Il sindaco Giannatempo ha deciso di avvalersi di due esperti per gestire le attività di due settori importanti per la città di Cerignola come l’Agenzia comunale per l’Agricoltura e quella per i Servizi sociali, affidate rispettivamente a Pasquale Barrasso e Giuseppe Russo.

Spiega il sindaco Giannatempo: «Noi pensiamo di aver scelto le persone giuste, professionalmente competenti e umanamente più che disponibili, per gestire problematiche tanto complesse».

Barrasso, perito agrario e titolare di un’azienda agricola, vuole «creare un legame più forte con gli agricoltori di Cerignola, che per troppo tempo non hanno ricevuto risposte adeguate alle loro richieste dalle istituzioni locali». Per Barrasso, inoltre, particolare importanza riveste anche l’accesso ai fondi comunitari per l’agricoltura, in vista anche del termine 2013.

Russo, laureato in Scienze della Formazione, da dodici anni è direttore del Centro Sociale “Don Palladino”, struttura fondamentale e, oggi più che mai, necessaria per il quartiere di San Samuele; proprio questa zona infatti, fino a qualche tempo fa era contrassegnata da un tasso di criminalità minorile e non tra i più rilevanti dell’intera Capitanata. Obiettivo di Russo: «cercare di riqualificare le politiche sociali a Cerignola… E’ mia intenzione coinvolgere tutti gli attori, recependo le loro proposte e ottimizzando nel contempo le risorse economiche a disposizione, così da evitare inutili sprechi».

2 COMMENTI

  1. Agenzie, impegno e tante belle parole. Ma i fatti? Maggioranza e opposizione si muovono come le lumache, e cerignola resta e va sempre più indietro.

Comments are closed.