Potrebbe essere Kolawole Oyelola Agoridin, attaccante  esterno destro nigeriano, non tanto alto (appena 171 cm) ma molto agile negli inserimenti, di 27 anni in prova nel ritiro pre-campionato di Campo Tures, l’attaccante del Foggia di Zdenek Zeman versione 2010/2011. Agoridin si è distinto per le sue capacità nell’amichevole disputata dai rossoneri domenica scorsa contro i dilettanti del Taufers – gara giocata a Campo Tures e vinta per cinque a zero – mettendo a segno una doppietta e confezionando un assist. Agoridin, che dovrebbe firmare un biennale con il Foggia, è in Italia ormai da una decina d’anni ed ha maturato varie esperienze in terza e quarta serie giocando con Reggiana, Mantova, Andria, Latina, Olbia, Viterbese e Spal (anche due presenze in B con il Venezia per lui), mentre dal febbraio dell’ultima stagione ha giocato, per così dire, a Como, dove ha collezionato appena tre presenze. Il campionato migliore l’attaccante africano lo ha disputato in C2 con la Viterbese, nella stagione 2007/2008, dove ha collezionato 31 presenze e 10 reti. Per la cronaca le altre reti dell’amichevole di domenica scorsa sono state messe a segno dall’italo-algerino Karim Laribi e dal terzino sinistro Giovanni Tomi. Inevitabile l’entusiasmo da parte dei sostenitori foggiani i quali a fine gara sono stati rinfrancati dalle dichiarazioni del tecnico: “tra deu o tre anni il foggia sarà in serie A. Questo è il mio obiettivo”.

1 COMMENTO

  1. Mah…chissà…le minestre riscaldate molto spesso non funzionano…se il foggia riuscirà a tornare in alto tanto di guadagnato…ma il campionato di serie c è duro..

Comments are closed.