E’ di questi giorni la notizia che, seppur partita con un entusiasmo generale, la manifestazione canora più famosa degli ultimi anni a Cerignola pare stia tradendo le aspettative di partenza. Fissato per l’undici Settembre l’evento è rivolto a tutti i giovani locali, band o singoli. Ideato da Luca Reddavide e rivolto a giovani musicisti emergenti si terrà presso la “nuova” location della piazza antistante al Teatro Mercadante (mentre prima si svolgeva in piazza della Repubblica). La manifestazione è organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Cerignola in capo all’avv. Marco Merlicco, dalla Consulta per lo spettacolo presieduta da Michele Allamprese, dall’associazione culturale Cerignola Futura e dal Centro Informa.
“Finalmente torna il Cerinfestival – commenta Michele Allamprese, in qualità di presidente della Consulta e di promotore dell’iniziativa – L’idea, per quest’anno, è di lanciare un segnale forte alla Città di restaurazione della manifestazione canora di maggior successo della storia della nostra Città. Per quest’anno, e a causa del pochissimo tempo avuto a disposizione, ci limiteremmo ad una sola serata, ma dall’anno prossimo il Cerinfestival tornerà ad estrinsecarsi in tre serate, con ospiti ed eventi collegati”.
Queste dichiarazioni fanno seguito ad alcuni mugugni che nei giorni scorsi hanno caratterizzato l’organizzazione della manifestazione. Pare, infatti, che alcuni organizzatori, vista la scarsa affluenza delle iscrizioni, si siano ricreduti ammettendo alcuni errori nel bando (tipo la quota di iscrizione troppo alta e a fondo perduto). Inoltre tra i giovani emergenti si è diffusa l’idea che il Cerinfestival sia una manifestazione di partito (e come dargli torto visto che qualche anno fa venne promossa all’interno della festa di AN), e che quindi, unitamente ai problemi organizzativi di cui sopra, sia inutile iscriversi. Speriamo che la manifestazione possa svolgersi nel migliore dei modi e che abbia il riscontro positivo dovuto e confidiamo nelle capacità degli organizzatori di imparare da tali “errorini” per riproporre nei prossimi anni qualcosa di ben fatto.

4 COMMENTI

  1. Una delle cose migliori fatte negli ultimi anni,che invece di restare un appuntamento fisso è stato accantonato…ovvio che poi si pensi sia di destra…la ripropongono sempre loro…!!!

  2. Che poi se visitate il sito del comune c’è solo il modulo di istrizione non si capisce come è sto concorso o manifestazione che sia. Che si vince, quali sono i criteri di partecipazione, come si svolge tutto non si capisce!?!

  3. Funziona così:
    -si crea una competizione, invece che un momento di proposta “libera” della propria musica
    -chi vince prende un applauso e un calcio nel c***, non c’è un “dopo”
    -sarà una medaglia al collo di questa amministrazione…alle prossime elezioni scoparirà.

    Impegnatevi cari amministratori, altrimenti alle prossime…tutti a casa!

  4. incredibile!! i cerignolani hanno la capacità di lamentarsi sempre.. siete sempre scontenti, insoddisfatti.. la nostra è una città morta.. non si organizza niente e la gente si lamenta, si organizza qualcosa e la gente si lamenta xkè doveva essere organizzata diversamente.. se leggete il bando anche un bambino di 3 anni riesce a capirlo, è semplicissimo, è scritto in italiano.. nn avrà successo nn perchè dura solo un giorno ma perchè quest’anno potrà partecipare solo ki presenta una canzone inedita e nn tutti sono in grado di comporre una canzone.. nn credo comunque che l’amministrazione debba andare a casa x un festival andato male.. almeno questa amministrazione a differenza delle precedenti sta facendo bene, sta risolvendo piano piano i problemi della nostra città dopo 5 anni e forse anke di più di amministrazione fallimentare

Comments are closed.