La chiusura di qualche giorno fa della discarica Forcone Cafiero aveva messo in allarme oltre a Cerignola anche altri 30 comuni tra cui molte località turistiche del Gargano. Probabilmente i sindaci del Consorzio Ato Fg/4, quelli cioè che più di tutti beneficiano della struttura consortile, dovrebbero, dopo il sequestro della scorsa settimana, attivarsi. Infatti bisogna trovare una soluzione per la questione  depuratore, soprattutto per evitare che tra sei mesi, quando cioè il quarto lotto sarà  esaurito, si torni a parlare di emergenza  rifiuti.