Un avviso “insolito” che non commentiamo, noi, anzi chiediamo a voi lettori di commentare. Guardate la foto e fate le vostre considerazioni, alla luce anche di quanto affermano a fine del Consiglio Comunale l’Ass. Reddavide e l’Avv. Metta.

Reddavide dichiara: «Città Mercato, ovvero Confesercenti, si è affidata o ha designato Franco Merafina. Nessun problema. Non è necessaria la rimozione dell’avviso».

Metta invece, alla luce di quanto affermato dall’Ass. Reddavide, e alla domanda, “che ne pensa?”, ci dice: «Penso tutto il male possibile». E ci chiarisce l’affermazione con un discorso ben più ampio. «Io ho le delibere di giunta, con le quali hanno attribuito la competenza a gestire gli spazi, e persino a incassare le relative tasse di occupazione di suolo pubblico, il che è gravissimo, a un consorzio, non meglio precisato. Inoltre in riferimento all’altra manifestazione “Bella di Cerignola”, 7-8-9-ottobre, hanno delegato, se non ricordo male, la Confcommercio, non la Confesercenti. Allora, se la questione ci interessa, e ci interessa, mi faccio dare le delibere, che avevo passato a Ratclif, e le dobbiamo incrociare con quell’avviso. Non credo che nessuno di questi individuati si sia affidato a Merafina. Il mio dubbio è che Merafina sia il Consorzio, che non hanno esplicitato e che poi si sono traditi con quell’avviso che hai visto. Perchè quando io notai questa cosa mi chiesi: perchè la Confcommercio e non un’altra associazione? Però la Confcommercio aveva un senso. Questo consorzio, che è un’entità astratta, chi è? che fa? Non essendo riuscito a capire io niente, perchè sono criptici, hanno interesse ad essere criptici, era rimasto tutto in sospeso. Aspettiamo che facciano i mercati e capiremo chi è che lo sta gestendo. Da questo avviso devo capire che non è Confesercenti o Confcommercio. Adesso immediatamente chiederemo quando l’hanno fatto e da chi è composto». E si chiede Metta continuando, «quali credenziali ha, – riferendosi al consorzio – perchè gli si affidi questo compito, che comprende la riscossione dei tributi comunali, quello che si faceva presso i vigili urbani. Rimane da capire perchè gli è stato dato questo incarico. Quell’avviso è molto grave, poichè non dice presentate le domande, ma rivolgetevi al tizio, che di mestiere fa l’organizzatore di fiere. Quindi questa gente andrà lì e, se vuole lo spazio, deve pagare al privato, non solo il suolo pubblico al comune, ma deve pagare al privato i gazebo. Questo è l’affare che ci sta sotto». In conclusione un retroscena. «Questi quelli che volevano candidarsi con me – afferma Metta».

Vi invitiamo a commentare e a fornirci il vostro parere, in attesa di ulteriori chiarimenti.

CONDIVIDI
  • Ha avuto anche lui l’agenzia del suolo dal Sindaco?

  • ciccillo

    Mah…misteri dell’amministrazione…dopo l’economia creativa di Tremonti alla gestione amministrativa creativa…!!!bella roba…

  • rinco

    E QUANDO CE STATO IL CASINO DEL FOGLIO L’ASSESSORE REDDAVIDE HA SFOGATO LE SUE FRUSTRAZIONI CHIAMANDO IN SOCCORSO IL COMANDANTE CHE SICURAMENTE ERA A CASA A VEDERE LA PARTITA,POI L’ASS. MICHELE ROMANO CHE HA FARFUGLIATO NON SI E’ CAPITO COSA E POI HA UKTERIORMENTE SFOGATO I SUOI “BASSI” ISTINTI CONTO IL VIGILE URBANO ANTONIO BONAVITA REO DI AVERE IN MANO IL FOGLIO INCRIMINATO. RICORDIAMO ALL’ASSESSORE CHE I CAZZIATONI AI VIGILI NON LI PUO’ FARE E BONAVITA DA PERSONA EDUCATA E RESPONSABILE NON LO HA RISPOSTO PER LE RIME.
    SOLIDARIETA’ AL VIGILE ANTONIO BONAVITA REO DI AVER SOSTENUTO E SEGUITO METTA IN CAMPAGNA ELETTORALE!!!

  • zompalanoce

    aahhhh!!! fetentoni Si vede lontano un miglio che non vi dà garbo il Bonavita!!

  • Pingback: «Con 400,00 euro…puoi vendere di tutto!» | lanotiziaweb.it()