Con l’ultima tornata elettorale s’è configurato un consiglio comunale che vede fuori, e non rappresentati, Sinistra e Libertà, Partito Socialista, Comunisti Italiani e Italia dei Valori. Senza analizzare i possibili errori politici, il dato di fatto è questo: dopo l’elezione di Giannatempo i piccoli partiti a sostegno di Tonti sono scomparsi dalla scena politica e soprattutto si sono ritirati a vita privata. Non una presa di posizione, non un comunicato stampa, non una iniziativa. Tutto ciò può o potrebbe alimentare “cattivi pensieri” nell’opinione pubblica. Tuttavia crediamo che presto ricompariranno sulla scena politica cerignolana, almeno questo è nell’aria, e comunque al massimo si tratterà di aspettare fino alla prossima elezione del sindaco.

CONDIVIDI