Un Protocollo d’intesa per avviare un percorso di collaborazione in campo economico e culturale. Lo hanno sottoscritto, stamane, presso il Palazzo di Città, l’Amministrazione comunale di Cerignola, la Provincia di Foggia, la regione albanese di Fier e il Comune di Fier, che ne è il capoluogo. L’accordo è stato firmato dall’Assessore alle Attività Produttive, Turismo e Sanità, Michele Romano; da Francesco Demonte, consigliere provinciale delegato (Provincia di Foggia); dal presidente della Regione di Fier, Mucaj Luan, e dal sindaco di Fier, Zeraj Bartoar. L’obiettivo è sviluppare le relazioni in diversi ambiti. Tra questi, la promozione dei territori attraverso convenzioni tra agenzie turistiche; incontri bilaterali tra imprenditori di diversi settori, tra cui quello agroalimentare ed ambientale; scambi culturali la partecipazione reciproca ad eventi fieristici. L’incontro di oggi è il momento conclusivo della visita a Cerignola della delegazione albanese, organizzata in occasione del Settembre Mascagnano, che ieri sera si è concluso alla grande con la rappresentazione, in una gremitissima Piazza Duomo, del “Silvano”, una delle testimonianze più importanti del Verismo mediterraneo. L’opera, prima che a Cerignola, è andata in scena nei giorni scorsi in Albania, ad Apollonia, durante l’ “Apolonia International Festival”; domani gli orchestrali la offriranno invece al pubblico di Corfù, in Grecia.  “Nel 2010 ricorre il Ventennale della cooperazione italo-albanese – ricorda il sindaco Antonio Giannatempo – e l’iniziativa che così degnamente lo celebra, intitolata “Italia e Albania 2010, due popoli, un mare, un’amicizia”, vede in prima fila il Comune di Cerignola, insieme al ministero della Cultura albanese, le città di Fier, Lushnja e Leven”. Il primo cittadino sottolinea l’importanza di questo impegno: “Lavorando sul fronte degli scambi culturali con l’Albania, possiamo ridurre concretamente le distanze da quelle persone che consideriamo “altro” da noi. Persone a cui possiamo dare e dalle quali possiamo ricevere tanto”.  Tra le iniziative previste nell’ambito del progetto di cooperazione, l’istituzione di un Premio Europeo per i migliori componimenti degli studenti delle scuole medie superiori di Cerignola sui temi dell’europeismo e della cittadinanza europea, così come la proposta di candidatura del Complesso di Torre Alemanna di Cerignola all’acquisizione del Marchio per il Patrimonio Culturale Europeo. Al contrario di tutti gli insediamenti teutonici in area mediterranea, infatti, Torre Alemanna rappresenta l’unico luogo visitabile.

L’obiettivo è sviluppare forti relazioni economiche e culturali, promuovere i territori attraverso incontri tra imprenditori, convenzioni nel settore turistico e partecipazione reciproca a eventi fieristici. Il sindaco Giannatempo: “Un impegno che ci inorgoglisce”.

CONDIVIDI