Abbiamo incontrato in serata, ieri 7 Settembre, Franco Metta e gli abbiamo chiesto se avesse letto le dichiarazioni del collega Allamprese e cosa ne pensava. «Non ho molto da dire– ha replicato- pare che il giovane Avvocato sia ossessionato dalla mia figura e dalla mia persona. Non vive bene e cerca sempre l’occasione per attaccarmi. E’ nervosetto. Non credo meriti una risposta anche perchè io non ho attaccato De Benedictis, anzi…gli ho solo consigliato di affidarsi ad insegnamenti di persone un pò più preparate. Perciò credo che l’unica risposta possibile posso essere questa: Mi hanno chiesto di rispondere alle dichiarazioni di un tale Allamprese. Io non leggo Allamprese, preferisco vivere».

In modo tanto telegrafico, quanto efficace, l’Avv. Metta risponde al giovane collega Allamprese e al suo attacco frontale, ribadendo, inoltre, che si riserverà di chiedere spiegazioni nel prossimo consiglio comunale sia sulla questione dei soldi per la stagione culturale, sia sull’assegnazione dei gazebo per la festa patronale.

CONDIVIDI
  • ok

    risposta debolissima a un attacco fortissimo ed efficace.

    ci vogliono attacchi più forti contro chi fa solo demagogia e attacchi sterili