L’Audace Cerignola, a tratti confuso, non riesce a far suo per intero il bottino in palio. Un 443 speculare a quello del Sogliano che, nonostante l’impegno, non ha prodotto granchè ordine nella manovra. Il Sogliano, invece, alla mezz’ora comincia a farsi vedere, impegnando più volte la retroguardia di casa, con una traversa  di D’Amblè che di lì a poco segnerà la rete del momentaneo vantaggio su indecisione di Leuci. Al 43’ Piscopo, in fuga sulla sinistra, crossa dal fondo un pallone che non viene intercettato da Giacco ma colpito dal centrale ospite, depositando in rete per il pari.

Nella ripresa sono solo le incursioni di Giuseppe Grieco che determinano scompiglio nella difesa ospite. Traversa al 60’ di Piscopo su punizione dal limite. Al 70’ Giacco, su errore in uscita dei centrali, si presenta tutto solo davanti a Furone e segna il goal del vantaggio. Il Sogliano, caparbio, non si abbatte. Il gioco espresso e la forte pressione sulla difesa di casa porta al gol del pareggio al 92’ con un tiro dal limite di Melissano. Un punto certamente guadagnato dall’Audace, a fronte di una squadra superiore oggi come quella di Carbonella, che sicuramente darà fastidio a molte formazioni nel prosieguo.

Per la partita col Sogliano agli ordini di Mister Di Corato, son scesi in campo al Monterisi: Leuci, Matera (65’Compierchio), Pisano, Rufini, Papagno, Lasalandra, Piscopo, Gabriele Grieco (46’Pugliese), Giacco, Giuseppe Grieco, Zonno (65’Luigi Lasalandra). A disposizione: Gervasio, Conte, Zitolo, Patruno.

Per il Sogliano, invece Furone, Rizzo, Iurlo (77’Giannotta), Garrapa (90’Candido), Ricciato, Melissano, Gonzales, Lentini (83’Sgarongella), Adeshokan, Patruno, D’Amblè. A disposizione: Fachechi, Nita, Russo, Delgaudio.

Ha arbitrato l’incontro Deleo di Molfetta.

Reti: 33’ D’Amblè, 44’autorete Ricciato, 75’Giacco, 92’Melissano

Ammoniti per l’Audace Cerignola Giuseppe Grieco, Rufini, Piscopo, Leuci, Pugliese e per il Sogliano Garrapa, Patruno, D’Amblè. Spettatori 400 circa.

Giovedì si torna in campo per il terzo turno, a Terlizzi contro l’ex mister Notariale: non un impegno semplice per tornare a vincere. I risultati odierni testimoniano come, in prospettiva, questo torneo sarà davvero equilibrato. Infatti, dopo 180 minuti, tutte le pretendenti sono racchiuse in tre punti: nessuno è a punteggio pieno, così come nessuno è ancora fermo al palo.