L’Audace Cerignola farà visita al Terlizzi nel terzo turno di campionato, il primo infrasettimanale. La società barese partecipa per la terza volta consecutiva all’Eccellenza, con il bilancio di una salvezza ed un brillante quarto posto la stagione scorsa che valsero i playoff persi al primo turno contro il Molfetta. Un torneo di transizione, quello appena cominciato, per la squadra della città dei fiori, che per bocca del suo presidente D’Alesio punta ad una salvezza senza patemi, ma che vuole regalare qualche soddisfazione prestigiosa ai suoi tifosi. L’organico è stato rivoluzionato rispetto ad un anno fa, diversi hanno scelto nuovi lidi ed altri sono arrivati alla corte di mister Notariale. Proprio quel Sergio Notariale recente vecchia conoscenza gialloblu, l’autore della rimonta dell’Audace dai bassifondi alla permanenza tranquilla alcuni mesi orsono. L’esperto allenatore ha tra le mani una squadra abbastanza giovane, puntellata da elementi di sicuro affidamento: l’ossatura è composta dal difensore Costantino, dal centrocampista Montecasino acquistato dal Trani promosso in D, dall’attaccante e capitano Manzari il quale ha rifiutato in estate le lusinghe del Monopoli. Altri calciatori importanti per i rossoblu arrivati nel mercato sono: La Porta e Di Donna dal Castellana, il bomber Suarez che ha già fatto bene in coppia con Manzari, più l’altro ex Di Tullio assente per squalifica giovedì. Il Terlizzi in classifica ha un punto come il Cerignola: domenica ha perso a Martina giocando discretamente ma non riuscendo a pungere in avanti. Il gol sembra essere il problema degli avversari di domani, uno solo realizzato in quattro gare ufficiali compresa la Coppa Italia. In dubbio fino all’ultimo proprio Manzari, assente tre giorni fa ma farà di tutto per esserci. Nell’Audace forse si cambierà ancora, con il rientro di Lasalandra tra i titolari in luogo di Gabriele Grieco ad affiancare Giacco e Piscopo in attacco. Anche in questo caso sarà pretattica fino all’ultimo: il presidente Dinisi, ancora perplesso sulle prestazioni dei suoi, chiede i primi tre punti e un’atteggiamento risoluto che si addice ad una squadra che vuole essere protagonista, per rispondere con i fatti ai mugugni espressi dalla tifoseria al termine della sfida col Sogliano. Appuntamento per domani (ore 16) al Comunale di Terlizzi, arbitro Laudato di Taranto.

CONDIVIDI