Ieri 15 Settembre, una delegazione del Partito Democratico ha incontrato il Sindaco di Cerignola, Antonio Giannatempo, per «consegnargli l’atto di raccolta delle firme dei residenti del rione Macello e chiedergli di provvedere tempestivamente alle esigenze ed urgenze formalizzate dai cittadini. In particolare veniva richiesta la realizzazione di una rotatoria all’incrocio tra viale XXIV Maggio e viale USA, oltre al completamento dell’illuminazione pubblica di tutto il quartiere, provvedendo anche alla toponomastica ed alla installazione di dissuasori di velocità sia su Via San Severo, sia su Via Manfredonia. Le richieste, così come formalizzate, traducono le legittime aspettative di una parte significativa della popolazione locale, che affronta quotidianamente disagi conseguenti ad una politica miope e distratta. Nell’incontro veniva ricordato al primo cittadino che a breve, grazie all’interessamento dell’Assessore Elena Gentile, verranno cantierizzati i lavori di riqualificazione urbana del quartiere da parte dello IACP, proprietaria degli immobili,  così come previsto dal PIRP approvato e finanziato dalla Giunta Vendola».

Inoltre si specifica nel comunicato stampa, a firma della segretaria Silvana Ladogana, che «il Partito Democratico vigilerà affinché l’Amministrazione Comunale si attivi, utilizzando le risorse disponibili, per soddisfare i bisogni degli abitanti del rione Macello, invece di stanziare fondi per manifestazioni culturali poco condivise dalla quasi totalità dei nostri concittadini. Questa iniziativa segue le petizioni sull’Authority per l’Agenzia Agro-Alimentare, quella sulla proroga della defiscalizzazione dei contributi agricoli (rimasta inascoltata dalla Giunta Giannatempo) e quella relativa al rifacimento del manto stradale di viale di Levante,di viale di Ponente e di Via Napoli».

Conclude il PD. «Questo è il nostro stile sobrio, concreto e serio».