Per la terza volta in meno di un mese si affronteranno, dopo le due gare di Coppa Italia, Cerignola e Lucera. Stavolta è campionato, quarta giornata di Eccellenza. Un derby certamente in tono dimesso rispetto a quelli disputati nel recente passato, vista la posizione in classifica di entrambe le squadre, negli ultimi posti della graduatoria rispettivamente a due e ad un punto. Il Lucera, tredici stagioni nel massimo torneo regionale, si presenta al “Monterisi” con un morale decisamente basso in seguito alle quattro sconfitte maturate in cinque gare ufficiali finora, sottolineate dalla contestazione dei tifosi giovedì al termine dello scivolone interno col San Paolo Bari. La società guidata dal presidente Pitta non è stata costruita per puntare in alto, anzi visto l’avvio di stagione la salvezza è l’obiettivo da conquistare. Da assorbire soprattutto l’assenza, per ritiro, del bomber e capitano Francesco Cannarozzi, per anni bandiera e anima dei biancocelesti. Un’organico giovane, orientato alla crescita di alcuni calciatori che si affacciano alla categoria per la prima volta, affidato a Lorenzo Mancàno, ex tecnico del Foggia. L’eredità di Cannarozzi è stata presa dall’attaccante argentino Torres, che ha ben figurato l’anno scorso in Promozione abruzzese, mentre i cardini degli svevi sono il compagno di reparto Salinno, l’interessante portiere Curci e il centrocampista Da Bellonio. Un impegno non esageratamente proibitivo per l’Audace domani, ma se a Lucera si piange tra i gialloblu non si ride. Di Corato per forza di cose dovrà ancora cambiare formazione e sostituire lo squalificato Lasalandra, uno dei più pimpanti nel turno infrasettimanale. Si tornerà forse al 4-4-2 con il ritorno di Gabriele Grieco o, a sorpresa, potrebbe esserci l’inserimento di Zitolo in avanti per conquistare questa vittoria al momento stregata. Si valuteranno le condizioni di Matera infortunatosi a Terlizzi, se non dovesse farcela pronto Pisano. Una partita che almeno all’inizio si presenterà bloccata, in relazione alla situazione morale delle compagini, e che si può rivelare più ostica del previsto. Calcio d’inizio alle ore 15:30, arbitra Gregorio di Bari, ingresso unico a 7 euro.

CONDIVIDI