Incontriamo il consigliere Franco Conte, Presidente della consulta della Cultura, e l’Ass. alla Cultura Marco Merlicco in occasione del Cerinfestival e con loro facciamo il punto sulla cultura nella nostra città. Al consigliere dell’UDC Conte chiediamo, alla luce di quanto affermato da Tonti e da Metta in tema di cultura, ritiene che era possibile fare qualcosa in più per la cultura e se sì, cosa? «Voglio innanzitutto precisare – afferma Conte – che il cartellone estivo è di solito in tutte le città, quindi anche a Cerignola, un cartellone ricreativo e non culturale, che serve per intrattenere i cittadini e gli emigrati che tornano nel paese natale. Il programma culturale dell’Amministrazione Comunale è in fase di realizzazione. Idea di fondo è lasciare alla città qualcosa di permanente, di concreto, che possa rimanere. In questi giorni ci stiamo attivando per riaprire il Museo della Civiltà Contadina e di poter allestire, con la Pro Loco, un museo permanente su Mascagni, Di Vittorio e altri personaggi cerignolani». Inoltre «non è vero, come ha affermato certa stampa, che si possono organizzare manifestazioni a costo zero». Per il futuro: «Cerignolani nel mondo, Concerto di Capodanno e Rievocazione storica del ritrovamento del quadro della Madonna di Ripalta con relativo corteo e rappresentazione». Cerignola è l’unico paese in Puglia che non ha sagre. Ci avete pensato? Ci state pensando? «Certo, ad esempio negli anni ’40 c’era la sagra dell’uva, uno dei prodotti locali migliori della nostra terra. Ci stiamo pensando. Siamo pensando anche all’organizzazione di una Fiera di Cerignola a novembre, con l’esposizione dei prodotti tipici della nostra terra».

A Merlicco, cartellone poco culturale e spesa alta. Una battuta rapida e gli eventuali progetti per il fuuro. «Sulle cifre documenteremo tutto nelle sedi opportune – precisa Merlicco -, poi chi dice che questo cartellone non ha nulla di culturale o non sa cos’è la cultura o è evidentemente in malafede. Il cartellone della stagione estiva ha vissuto più di 30 appuntamenti, dalla musica all’arte pittorica, all’editoria, alla lirica, all’associazionismo sportivo, al volontariato. E poi la taranta, i centisti di tutte le scuole, convegni, notte bianca, notte bianca del bambino. Tutto questo è cultura». Per il futuro. «A breve la riapertura del Mercadante con conseguente stagione teatrale di prosa, un gran concerto di Capodanno». E aggiunge. «Se ci attaccano vuol dire che abbiamo fatto tanto e abbiamo fatto bene». E ad una sagra ci avete pensato? «Ad ottobre o inizio novembre faremo una sagra per la promozione di prodotti tipici enogastronomici. Proprio ieri abbiamo avuto un incontro io e l’ass. Romano con Gianni Pittella, Mario Mauro, Sergio Silvestris e Cosimo Lacerignola per promuovere da un punto di vista culturale e produttivo una interazione con gli organismi regionali ed europei.» E conclude. «Siamo amministrazione da pochissimi mesi, pensiamo di aver fatto bene e di poter contribuire alla crescita economica e sociale di questa bella città».

CONDIVIDI
  • Lionetti Antonio

    «Se ci attaccano vuol dire che abbiamo fatto tanto e abbiamo fatto bene».
    AIUTATEMI!!!
    A che logica fa riferimento l’Assessore in questo assunto???
    “Nel bene e nel male purché se ne parli” va anche bene, se vogliamo, sul fatto di aver fatto tanto.
    Ma da qui a dire che si è fatto tanto e anche bene ci vuole una gran faccia tosta.

  • ceri

    anche a criticare continuamente, senza avere spesso nulla da dire di sensato, ci vuole una bella facciccia tosta

  • Fabio

    Per fortuna che c’è l’assessore Merlicco che sa cos’è la cultura..

  • RINCO

    MA MERLICCO IN TESTA SI METTE LA GELATINA?
    OPPURE SI SPALMA LA CULTURA? LUI VEDE CULTURA PURE NEI PANINI DI PACCARI.

  • Stavo leggendo
    “A Merlicco, cartellone poco culturale e spesa alta. Una battuta rapida e gli eventuali progetti per il fuuro. «Sulle cifre documenteremo tutto nelle sedi opportune – precisa Merlicco”
    Mi chiedevo che significa documenteremo tutto nelle sedi opportune (per caso che lo potranno sapere solo gli addetti ai lavori)????
    Ma questa giunta non era un’amministrazione che credeva nella TRASPARENZA? Credo che ci sia anche un assessore alla Trasparenza ..Ruocco….
    Sul sito http://www.comune.cerignola.fg.it/hh/index.php?jvs=0&acc=1&jvs=1
    leggo
    Operazione Trasparenza
    Legge 18/06/2009 – n° 69
    con un paio di file pdf

    provate ad andare invece sul sito del comune di Trento

    http://www.comune.trento.it/

    Determinazioni, Deliberazioni, Decreti sindacali, Ordinanze ecc ecc aggiornate in tempo reale dove ogni trentino puo controllare ogni euro speso dal comune come è stato speso……… dopo tutto solo soldi nostri!!!

    a Cerignola è pretendere troppo????

  • CULtura

    grazie all’instacabile impegno dell’Assessore Merlicco oggi tutti no possiamoitenerci più acCULturati.
    Grazie Assessre aspettavamo proprio lei…

    se questa la chiamate “estate Culturale” per la nostra cultura è arrivato l’inverno!