Domani matina il consigliere Metta invierà, a mezzo raccomandata, agli uffici competenti, il testo di denuncia sulla inagibilità della Scuola Elementare Marconi. Di seguito riportiamo il testo integrale, dove l’Avvocato sottolinea come tutti fossero a conoscenza da anni dei problemi strutturali dell’edificio e di come nessuno si sia mai interessato. Ora sono i genitori dei bambini ad alzare la voce e a dire una volta per tutte basta a simili trattamenti.
“Signori,
alcuni genitori,i cui figli frequentano la scuola elementare “ Marconi”di
Cerignola,mi segnalarono giorni or sono lo stato dell’edificio scolastico.
Ho assunto informazioni.
La doglianza risulta confermata.
L’edificio è fatiscente, non è a norma, non dispone di certificazione
attestante l’ agibilità,presenta delle condizioni di pericolo estremo.
Cito,per tutte, lo stato della scala di accesso ai piani superiori.
La scala è l’unica via di accesso e,ovviamente, anche di fuga.
Non è a norma.
Non presenta configurazioni idonee ad evitare rischi di equilibrio e stabilità
per chi la debba impegnare, specie se in condizioni di pericolo o di urgenza.
Pensino lor Signori al recente terremoto.
Se la scossa si fosse collocata nell’arco temporale delle lezioni, se i bimbi
e il personale avessero dovuto,di conseguenza,in regime di urgenza e di timore
per la propria incolumità,affrontare la precipitosa discesa delle scale, se ci
fosse stato bisogno di uscite a norma.
Cosa sarebbe successo?
A quanto pare TUTTI sino ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi conoscevano questo stato di cose; nessuno ha
mai fatto niente.
Peggio:
ognuno,per la propria parte di responsabilità,taceva per poter mantenere la
scuola in funzione a qualunque costo.
Se fossi un genitore con figli in quella scuola,la preferirei chiusa,invece di
dover, quotidianamente, raccomandare i miei figli alla Mamma Nostra di Ripalta,
perché – mercé la Sua intercessione – non succeda mai nulla di male in quell’
edificio scolastico.
Non un terremoto,non un principio di incendio,non un qualsivoglia altro
accidente.
Ho ritenuto,quindi,di informare le Signorie Loro della situazione per i
conseguenti urgenti provvedimenti.
Al ricevimento della presente ciascuno dovrà assumersi la propria
responsabilità,senza potersi trincerare nel non sapevo,non vedevo,non
conoscevo.
I genitori degli alunni mi leggeranno perché si attivino per la soluzione del
problema.
Personalmente ritengo che la scuola vada ASSOLUTAMENTE ed IMMEDIATAMENTE
chiusa.
Le classi trasferite in altri plessi,che hanno aule vuote e disponibili.
Se queste non fossero sufficienti,si adottino piani di emergenza.
La prima cosa da tutelare è l’incolumità dei bambini e degli operatori
scolastici.
Ossequi.
Cerignola,20 settembre 2010.
Avv. Franco Metta
Consigliere Comunale.”

CONDIVIDI