Un cittadino straniero, clandestino, di nazionalità araba è morto questa mattina dopo essersi lanciato da un autoarticolato in corsa lungo l’autostrada A14, nel tratto tra Cerignola e Foggia.
Secondo quanto accertato dalla polizia autostradale, intorno alle 13 di oggi, tre cittadini clandestini si sono gettati da un camion con targa ucraina a cinque chilometri dal casello autostradale di Foggia nella corsia nord. Uno di questi, un eritreo di 22 anni, nel salto ha sbattuto violentemente il capo contro il guard-rail e poi contro il muretto di cinta dell’autostrada. Un impatto che lo ha ucciso sul colpo: gli altri due clandestini sono fuggiti, facendo perdere le loro tracce. A dare l’allarme alla polizia in servizio lungo l’autostrada un automobilista. Nel corso delle indagini gli investigatori sono riusciti ad intercettare e a bloccare l’autotreno. Il conducente del grosso mezzo ha detto di essersi imbarcato in Grecia per raggiungere il nord Italia. Nella penisola ellenica i tre clandestini sarebbero riusciti ad evitare i controlli della dogana e delle forze di polizia nascondendosi, come avviene sovente, nel camion. Un viaggio di diverse ore fino a quando alle 13 di oggi si sono lanciati dal mezzo. Gli agenti di Polizia hanno avviato le procedure internazionali per il trasferimento della salma nel paese d’origine. (fonte Teleblù)

CONDIVIDI