Rigettata la domanda di sospensiva degli atti della seduta dedicata al Piano di Lottizzazione di Santa Barbara, avanzata dal consigliere de “La Cicogna”. Il Sindaco Giannatempo: “Un’ ennesima dimostrazione della correttezza e trasparenza dell’Amministrazione comunale”

Il Tribunale amministrativo regionale per la Puglia ha respinto la domanda, avanzata dal consigliere comunale del movimento politico “La Cicogna”, Michele Specchio, di sospensiva degli effetti del Consiglio comunale del 27 luglio scorso. Il riferimento è a sette delibere adottate dal Consiglio. Il Tar ha dunque dato ragione al Comune di Cerignola, assistito dagli avvocati Raffaele e Francesco De Robertis. “E’ una sentenza che testimonia, caso mai ce ne fosse stato bisogno, la correttezza e la trasparenza dell’Amministrazione comunale nell’esercizio delle sue funzioni –commenta il Sindaco Antonio Giannatempo – chi ha presentato la richiesta di sospensiva ha fatto perdere inutilmente tempo agli organi competenti e, per l’ennesima volta, è stato clamorosamente sconfessato”. Per la cronaca, la richiesta era volta ad ottenere la declaratoria di illegittimità delle modalità di convocazione del Consiglio comunale, in cui, peraltro, venne adottato il Piano di Lottizzazione di Santa Barbara.

  • Lionetti Antonio

    Solo per fare delle opportune precisazioni.
    La sospensiva per un ricorso al TAR viene concessa qualora l’esecuzione di un atto amministrativo, per il quale si ricorre, possa causare danni gravi e irrecuperabili, ossia non risarcibili. Nella fattispecie non ricorrono tali
    condizioni. La decisione assunta dal TAR nel merito non è una espressione di giudizio al ricorso presentato.
    La sentenza deve essere ancora emessa.
    E’una decisione legittima e prevedibile quella del TAR.
    Mi spiace dover appurare ancora una volta come si ignorino norme amministrative di fondamentale importanza per chi è chiamato a ricoprire un incarico pubblico.
    Che poi sia proprio il sindaco…
    Aspettiamo serenamente la sentenza che arriverà fra qualche mese.

  • patrizio

    e vabbhe’ antonio sempre un fatto dobbiamo dire? sono nervosi e quindi scattano in piedi ogni minimo movimento d’aria.
    invece di amministrare stanno sempre dietro a noi.

  • Giupy

    La falsità e la supponenza del Sindaco Giannatempo non hanno limiti. Possibile che nessuno dei componenti la maggioranza di governo della città abbia un minimo di coscienza che lo porti ad essere nei confronti dei cittadini serio, corretto, sincero e trasparente? Come può un sindaco essere così falso e bugiardo? Cerca di far credere ai cittadini che l’avv. Specchio ha perso il ricorso al Tar!!! Niente di più falso. Il ricorso non è stato ancora discusso….è la richiesta di sospensiva che non è stata, giustamente concessa. Chiederei al sindaco di dimostrare ciò che afferma producendo il numero e la data della sentenza, secondo lui, persa. Una volta tanto dimostri che quello che sostiene è vero…….almeno una volta.

  • madùùùùù ……….figurati l’avv. Allamp.

  • PATRIZIO

    MA GUARDA QUALCUNO ALL’INTERNO DELLA MAGGIORANZA STA INIZIANDO A FARE QUALCHE STRANO PENSIERINO.