Può essere definita una sfida di alta classifica quella che attende l’Audace Cerignola domani, per la sesta giornata di Eccellenza, contro il Tricase. Otto i punti dei gialloazzurri, nove dei leccesi, due sole lunghezze dal Vieste, secondo. I rossoblu allenati da mister Bruno, lo scorso anno a Manduria, stanno disputando un buon avvio di stagione, a dispetto di una rosa dalla linea verde e l’obiettivo dichiarato di una salvezza da raggiungere il prima possibile. Il Tricase, che vanta cinque campionati in serie C2 e sette in serie D, non è più la squadra di Mitri, ma vuole essere tra le mine vaganti del torneo. E’ancora imbattuto, ha collezionato due vittorie e tre pareggi, con sette reti fatte e quattro subite, reduce dal successo interno con il San Paolo Bari per 2-0. Anche i leccesi nel passato campionato hanno avuto un rendimento speculare a quello del Cerignola: inizio stentato, poi gran rimonta fino addirittura all’ottavo posto finale. Una compagine, come detto, con ragazzi giovani e valorosi, tra cui si segnalano gli under molto validi Cimino e Corvaglia, così come il portiere Incarnato proveniente dalle giovanili del Lecce. Bisognerà fare attenzione inoltre al fantasista Tondo, a Striano e sulla coppia d’attacco formata da Ferrante (due reti in campionato) e dall’argentino Escobar, prelevato dal Manduria. Una formazione che in fase offensiva fa partecipare parecchi uomini alla manovra, con già sei giocatori diversi andati a segno. Per quanto riguarda l’Audace, il morale è alto in seguito alla ottima prova di Fasano, la squadra sa di poter migliorare ancora e proseguire in questa striscia positiva che dura da quattro turni. Una ulteriore vittoria domani rafforzerebbe le credenziali di protagonista per quest’anno, a maggior ragione perché ottenuta contro un’avversaria in salute. Sulla formazione nessuno si sbilancia, ma in attesa del recupero di alcuni infortunati, è opportuno gestire al meglio le forze per non finire in emergenza. Verrebbe da dire squadra che vince non si cambia, ma Di Corato potrebbe inserire un paio di novità rispetto a chi ha giocato convincendo domenica. E’un occasione da sfruttare poiché, curiosando nelle altre partite in programma, il big match tra Sogliano e Vieste (prima contro seconda) potrebbe consentire di accorciare le distanze addirittura dalla vetta. Interessanti anche le sfide Bisceglie-Fasano e Copertino-Locorotondo. I tifosi si mobilitano per assicurare una buona cornice di pubblico al “Monterisi”, il via della gara alle 15,30.

CONDIVIDI