Nell ’incontro con il Comitato di quartiere il Sindaco Giannatempo e l’Assessore alla Sicurezza Reddavide hanno garantito che chiederanno all’Acquedotto Pugliese di ripristinare in tempi brevi e come si deve la pavimentazione danneggiata dalle opere di realizzazione delle reti fognarie e idriche

L’Amministrazione comunale premerà sull’Acquedotto Pugliese perché questo provveda in tempi brevi alla risistemazione del manto stradale in via dei Tulipani e via dei Garofani. In queste strade, infatti, fanno brutta mostra di sé una serie di buche e avvallamenti del terreno che rendono la vita difficile ad automobilisti e pedoni e che sono la conseguenza di lavori di ripristino della pavimentazione effettuati non proprio a regola d’arte da Aqp dopo gli interventi di realizzazione di alcuni sottoservizi (reti fognarie e reti idriche). Il Sindaco, Antonio Giannatempo, e l’ Assessore alla Sicurezza, Franco Reddavide, hanno espresso chiaramente la loro posizione al Comitato di quartiere delle Fornaci, i cui rappresentanti hanno incontrato a Palazzo di Città. Un incontro che si è svolto in un clima decisamente cordiale e costruttivo, e che Reddavide sintetizza così: “Ai nostri interlocutori abbiamo spiegato che siamo assolutamente disponibili a risolvere i problemi da loro posti in evidenza, sottolineando però che non abbiamo intenzione di spendere un euro per risistemare le strade: il ripristino della pavimentazione non spetta a noi, perché non siamo noi ad aver causato questi danni, inoltre ciò costituirebbe un onere ingiustificato per il bilancio dell’ente, il cui risanamento costituisce una delle priorità del nostro mandato amministrativo”. La prossima settimana si terrà una Conferenza di servizi con alcuni dirigenti dell’Aqp, incentrata proprio su questo argomento. “E quello delle Fornaci non è l’unico caso di questo tipo – aggiunge Giannatempo – in via Pavoncelli sono stati eseguiti interventi di realizzazione della fogna bianca, al termine dei quali ci siamo ritrovati altre buche. Il fatto che non spetta a noi riparare i danni non significa che di questo problema ce ne laveremo le mani; significa che esigeremo, in tutti i modi possibili, che Aqp faccia quello che deve fare”. Reddavide e Giannatempo, a scanso di equivoci, hanno mostrato ai residenti le lettere e i telegrammi inviati nelle scorse settimane dal Comune all’Acquedotto Pugliese per sollecitarlo a rimettere a posto queste due arterie stradali, peraltro molto trafficate, ubicate in una zona popolata da 5mila cittadini. E  tutto ciò è stato fatto ben prima che alcuni media locali dessero notizia delle rimostranze dei residenti sulle carenze del quartiere. L’Amministrazione si è impegnata a risolvere direttamente, e in tempi rapidi, il problema dell’assoluta inadeguatezza della segnaletica nel quartiere: “Procederemo alla messa in posa della segnaletica orizzontale e verticale – afferma il sindaco Antonio Giannatempo – e abbiamo garantito al Comitato che un’apposita delibera verrà dedicata a interventi di riqualificazione e valorizzazione dei vari quartieri, che vogliamo diventino sempre più vivibili. A tal fine incontreremo i comitati o rappresentanti dei vari quartieri per capire insieme a loro quali sono le priorità. Abbiamo cercato di far capire ai residenti che stiamo lavorando per amministrare nel miglior modo possibile questa città e che non ci interessa fare propaganda, ma dare risposte efficaci a problemi reali in uno spirito di collaborazione con tutti”.

CONDIVIDI