Terza vittoria consecutiva per i gialloazzurri, che nella sesta giornata di Eccellenza (seconda infrasettimanale) piegano la resistenza del Tricase. Un successo sofferto, con il gol partita realizzato da Trovato al quinto minuto della ripresa, con gli ospiti in dieci per l’espulsione di Striano dovute a proteste. In classifica il Cerignola raggiunge gli undici punti: saranno disputati due posticipi nei quali potenzialmente in caso di vittoria Bisceglie e Martina possono superare l’Audace. Quello che più conta però, è che la squadra del patron Dinisi si trova a soli tre punti dalla vetta, perchè il Sogliano ha pareggiato in zona Cesarini lo scontro al vertice col Vieste, il quale può solo rimpiangere l’occasione perduta visto che con un rigore poi fallito poteva chiudere il match. Sale anche il Copertino, ora secondo, all’ultimo tuffo 2-1 al Locorotondo mentre in coda sempre più sole in fondo alla classifica Lucera e Manfredonia, sconfitte rispettivamente da Monopoli e Racale. Prossimo impegno per i gialloblu domenica a Manduria, per proseguire a vincere ancora.

Il Cerignola c’è, e comincia a farlo capire alle concorrenti del campionato. Dopo la vittoria convincente di Fasano, i gialloblu si ripetono contro un Tricase gagliardo, che fino all’ultimo ha cercato di recuperare lo svantaggio. Formazione con le novità Patruno al posto di Piscopo e Pugliese in luogo di Zonno. Subito una fiammata dei padroni di casa con Lasalandra, il quale sfiora il gol già al 4’. Al quarto d’ora l’episodio che segnerà la gara per i rossoblu ospiti: Striano si becca la seconda ammonizione per proteste e lascia i suoi compagni in dieci. Si passa alla ripresa, l’Audace è più intraprendente e vivace grazie ai nuovi entrati Piscopo e Zitolo, con  il tornante ex Trani  che coglie una traversa. Poco dopo arriva il gol che vale i tre punti: ancora micidiali i calci piazzati e ancora Rufini assist man: dall’angolo parabola impattata alla perfezione da Trovato che batte il portiere Incarnato. Il vantaggio placa la voglia del Cerignola che, pericolosamente, arretra il suo baricentro offrendosi agli attacchi del Tricase. Diverse occasioni per i leccesi, pericolosissimi a pochi minuti dalla fine quando davanti a Leuci, Escobar fallisce una ghiotta opportunità sparando alto. Forse la formazione di Bruno non meritava la sconfitta, confermandosi una delle sorprese di questo avvio, e domenica misurerà ulteriormente le ambizioni del Sogliano in un derby accesissimo. Di Corato e i suoi invece, incamerano altri tre punti vitali che portano gli ofantini al quarto posto in classifica. Ancora troppo presto forse per sognare, ma il Cerignola è presente e vuole lottare per le zone che contano.

CONDIVIDI