Per un curioso scherzo del calendario, l’Audace incontra dopo il Manduria un’altra città del vino, Locorotondo, nell’ottava tornata di Eccellenza. Una sfida d’alta quota, visto che le due formazioni sono appaiate a 12 punti in classifica nel gruppetto che occupa la quarta posizione. I baresi si sono salvati lo scorso anno, poi retrocessi in virtù della discesa dalla D del Bitonto, infine riammessi in seguito alla mancata iscrizione di questi ultimi. Sono al settimo anno di fila in categoria e vantano tre campionati in quarta serie. Il “Loco” si presenta al Monterisi con uno score di tre vittorie, tre pareggi e una sconfitta molto contestata sul campo del Copertino. Si può dire che rappresenti una sorpresa, perché in sette giornate ha affrontato tre corazzate del torneo (Racale, Martina e Bisceglie) restando imbattuto e ottenendo 5 punti, non avendo secondo le dichiarazioni di precampionato grandi aspirazioni. Dispongono di una rosa di elementi di prospettiva, come il portiere Orizzonte classe ’92, l’attaccante scuola Bari, Laneve, il difensore Pizzolla. I più pericolosi sono i giocatori di centrocampo e attacco: il capitano Cassano, il fantasista Masi, gli attaccanti Brescia, Beltrame e Galeandro. Il tecnico De Fuoco mette in campo i suoi con un classico 4-4-2, ma domani non sarà in panchina poiché ha rimediato una squalifica di un mese fino al 7 novembre. La squadra della valle d’Itria si è distinta anche sul fronte sociale, meritando un sincero applauso. Nelle settimane scorse rappresentanti della società hanno fatto visita alla famiglia della sfortunata Sarah Scazzi, e i calciatori hanno indossato alcune volte prima delle gare una maglia con la foto della ragazza. Una partita che per il Cerignola può valere molto, con la qualificazione per le semifinali di Coppa Italia già in tasca: un risultato pieno darebbe ancora più convinzione ad un gruppo che sta già ben figurando, regalando i quartieri altissimi della graduatoria. Non sarà affatto facile, Di Corato dovrebbe far scendere in campo la migliore formazione, con il riposo di alcuni elementi cardine in Coppa tenendo conto però delle diffide che riguardano Leuci, Piscopo e Zitolo. Tra le altre gare di domani, campo principale Racale: i salentini in ascesa sfidano il Copertino capolista in un derby che si preannuncia da seguire; il Martina, anch’esso in testa, riceve il Castellana. Fischio d’inizio dell’arbitro Lillo di Brindisi domani alle 15,30, ingresso unico a 7 euro.