Ieri pomeriggio i sei consiglieri de “la Cicogna” sono stati interrogati su mandato della Procura della Repubblica come persone informate sui fatti in merito alla riunione del mancato Consiglio Comunale del 23 Luglio 2010 nel quartiere S. Barbara. L’indagine è partita in seguito ad una denuncia esposta dall’Avv. Metta a nome del gruppo consiliare de “la Cicogna”, nella quale si lamenta l’abuso di ufficio nel comportamento del Segretario generale dott. Filippo Re e del Presidente del Consiglio Sig. Natale Curiello. Il dottor Filippo Re per aver omesso un elemento importante quale è l’appello per attestare la validità della seduta. Il Sig. Curiello per  aver negato ai Consiglieri Comunali un loro diritto, ossia la possibilità di intervenire in una seduta che registrava ventisette presenze su trenta e quindi pienamente valida.

2 COMMENTI

  1. Si sapeva che era solo questione di tempo. E’ inevitabile che la Procura proceda.
    I tre finanzieri al terzo piano del Comune di Cerignola, la Digos che inizia a muoversi per quanto successo a Santa Barbara, ecc….. perchè non finisce qui!!!!
    Nei panni dei nostri amministratori valuterei attentamente il fatto di iniziare a seguire comportamenti corretti, trasparenti e leciti nella conduzione del governo cittadino.
    E se proprio non ci riescono………. che si dimettano.

Comments are closed.