E’ già un pò di tempo che in molti rispondono agli articoli de “l’Attacco” (probabilmente ci deve essere qualcosa che non va o in chi li scrive, o in chi li legge). Tocca ora anche al consigliere dei Moderati per Tonti rispondere al giornale in merito al Consiglio Comunale del 12 ottobre.  Vi riportiamo l’intero testo del consigliere Ruocco.

Egregio sig Direttore de L’Attacco
Gent.ma dott.ssa Roberta Fiorenti

Leggo sul numero odierno del vostro giornale la cronaca come sempre,  ed è un bene che sia così, impietosa della vostra redattrice Roberta Fiorenti che mette in evidenza il clima spesso avvelenato che si respira durante il consiglio comunale di Cerignola, tuttavia penso sia ingiusto far capire  che “così fan tutti “.

Personalmente mi sono spesso sforzato di sottolineare come, secondo il mio modesto avviso,  ci siano vari modi di essere opposizione in consiglio comunale : quello alla Sherlock Holmes del gruppo della Cicogna minuzioso al limite dell’ostruzionismo , quello viscerale del PD troppo spesso ispirato alla logica dell “occhio per occhio, dente per dente;  questo mi facesti, tanto ti restituisco

Per carità sono tutte scelte degnissime che sicuramente rispondono ad una strategia politica di lungo respiro però,  accanto a queste non bisogna dimenticare che c’è anche un’altra opposizione:  quella di chi si sente , pur in minoranza ed all’opposizione, parte integrante dell’amministrazione di Cerignola e mi riferisco al gruppo dei Moderati per Tonti di cui sono, per ora, unico rappresentante in Consiglio Comunale…

A tal proposito mi corre l’obbligo di precisare che nella seduta consigliare del 12 u.s. l’emendamento ritenuto della vostra giornalista, migliorativo della delibera sulle linee di indirizzo per il così detto “Comparto E Torricelli” non è stato proposto dal movimento de la Cicogna, ma dal  sottoscritto in nome del Gruppo Moderati per Tonti. Emendamento che è servito a mettere ordine in una delibera nella quale si faceva riferimento a ben tre strumenti urbanistici ( PRG 1972, PRU Torricelli 1999, PRG 2005 )  tra di loro molto differenti nelle planimetrie del comparto.

Secondo me non si può essere aprioristicamente contrari sempre se le buone idee ed i buoni progetti di sviluppo camminano sulle gambe degli amministratori pro tempore e a me poco importa che oggi questi siano siano di centro destra.

Quello che mi importa e che veramente siano idee “buone ed oneste” per le quali a guadagnarci sia solo ed esclusivamente tutta la collettività cittadina e non uno sparuto e sempre uguale gruppetto della stessa…

La mia opposizione , in tal caso, non mancherà,  insieme alle altre, a mettere lo “sgambetto” a chi si facesse portatore e sostenitore di tali nefandezze.

Per quanto riguarda il trafiletto che riguarda il consigliere Tonti una raccomandazione : non vendete la pelle dell’Orso prima di averlo catturato…