“Per una volta abbiamo il piacere di ricevere da Franco Metta una proposta e non, come invece avviene di solito, polemiche e contestazioni”. Così il sindaco, Antonio Giannatempo, commenta la nota diffusa ieri pomeriggio, alle 16.55, alla stampa locale dal consigliere del movimento di opposizione “La Cicogna”, nella quale Metta ha indicato quelli che considera gli obiettivi prioritari da raggiungere per rilanciare la Sia, la società che gestisce il ciclo dei rifiuti per il Consorzio Fg/4, di cui Cerignola è comune capofila. Un contributo che il primo cittadino definisce positivo: “E pazienza se il testo della mozione consiliare da lui avanzata è stato inviato mentre illustravo la mia relazione all’assemblea dei Sindaci del Consorzio,  una relazione stranamente identica nel contenuto, tanto da farmi nutrire il sospetto che qualcuno abbia fatto pervenire al consigliere Metta una copia del documento qualche ora prima dell’inizio della riunione con gli altri amministratori locali. Ho scritto la relazione, infatti, nella mattinata di giovedì 21; poi ne abbiamo fatto delle fotocopie verso mezzogiorno, così da metterle a disposizione dei sindaci, che le hanno ricevute alle 16.30”.  Il Sindaco, piacevolmente sorpreso dalla coincidenza, sottolinea però ironicamente che “ancora una volta Metta è arrivato secondo;  perennemente affannato in una solitaria sfida contro se stesso, pare sempre più occupato a voler dimostrare di essere sempre e comunque il primo della classe. Un po’ come quegli scolari che pur di primeggiare non esitano a sbirciare il vicino di banco”. Giannatempo precisa di non voler creare ulteriori polemiche, “visto che queste, negli ultimi tempi, stanno assumendo sempre più le forme di un dibattito a circolazione interna, per cui ribadisco di apprezzare sinceramente  la voglia matta, come recitava un vecchio film degli anni Sessanta, o meglio, una pubblicità di un cioccolatino negli anni Ottanta, di Metta di partecipare all’ attività dell’Amministrazione comunale. Per tale ragione, lo invito ancora a non aver timore dell’Amministrazione in carica e a non tener conto dell’interessato assist recentemente fornitogli da una eminente personalità della sinistra locale e, anzi, a diventare sempre più un interlocutore costruttivo senza l’ossessione di arrivare primo”. Il Sindaco, infine,  consiglia a Metta “di far tesoro anche dell’azione della minoranza di centrosinistra, rappresentata dal Partito Democratico, che, come è accaduto di recente per il rione Macello, ha sviluppato un dibattito, attraverso un incontro formale con il Sindaco e l’Amministrazione comunale, per tentare di affrontare i problemi di quel quartiere in modo concertato, rapido ed efficace. Se Metta vuole, sono pronto sempre e comunque a discutere con lui e con i suoi sostenitori di ogni problema della nostra amata Cerignola. A un’unica condizione: che si affrontino i problemi cercando soluzioni concordate; non strumentalizzandoli per fini politici e soprattutto personali”.

2 COMMENTI

Comments are closed.