Il sottoscritto consigliere comunale in merito alla situazione della sanità a Cerignola e in particolare ai  trasferimenti del personale ASL da Cerignola a Foggia espone che: l’accorpamento delle tre ASL della provincia di Foggia e la costituzione di un’unica Direzione strategica con sede a Foggia  è considerato un  FALLIMENTO  per non aver raggiunto il principale obiettivo del contenimento della  spesa e non aver offerto un servizio sanitario più rispondente ai bisogni dei cittadini.

Nell’ ASL della provincia di Foggia si rilevano:

  • gravi disservizi alla popolazione con elevati tempi di attesa per le prestazioni sanitarie;
  • scarsa attenzione alle problematiche degli utenti del vasto territorio della provincia di Foggia  per la qualità del servizio offerto dagli ospedali e dai distretti socio sanitari, principalmente per la carenza di  personale infermieristico e medico;
  • scarsa o assente informatizzazione che ha reso difficile la coordinazione dei servizi e del personale facendo nascere l’esigenza di accentrare a Foggia non solo la direzione generale,  ma anche gli uffici e i dipendenti   provenienti dalle tre precedenti ASL;
  • i lavoratori dell’ASL FG contestano questo tipo di impostazione perché non funzionale alla migliore gestione della sanità nella provincia di Foggia;
  • i dipendenti ASL di Cerignola, che hanno già ricevuto la disposizione di servizio, contestano questa decisione, e denunciano che I locali siti in Corso Giannone,  già affittati da vari mesi a circa 10.000 euro mensili,  non sono sufficienti a contenere tutti i dipendenti da trasferire;
  • la direzione generale dell’ASL ha proceduto a questi trasferimenti senza aprire un tavolo di contrattazione con i sindacati sulla organizzazione del lavoro del personale dipendente ASL;
  • il piano di trasferimento dei i dipendenti (pensato e attuato unilateralmente) comporta notevoli disagi e spese per raggiungere il posto di lavoro oltre a creare disguidi agli utenti e ai dipendenti  che dovranno spostarsi a Foggia per il disbrigo delle varie pratiche;
  • non utilizzo di strutture sanitarie di proprietà ASL a Cerignola, che recentemente sono state ristrutturate senza far conoscere i progetti di utilizzo degli immobili come l’ex ospedale “Tommaso Russo”;

Ciò premesso, chiedo che Ella voglia sottoporre al Consiglio Comunale la seguente mozione, impegnando: Il Sindaco e La Giunta Comunale perché intervenga presso la Direzione della ASL FG per conoscere il piano di organizzazione del servizio sanitario a Cerignola in particolare riguardo al  potenziamento  dell’Ospedale “G. Tatarella” e  dell’ambulatorio ex INAM anche con personale amministrativo e, inoltre,  come la Direzione della ASL FG  intende utilizzare  dell’ex ospedale Tommaso Russo”. Il Sindaco e La Giunta Comunale inoltre intervenga  presso la Direzione della ASL FG per rappresentare le istanze dei lavoratori di Cerignola dipendenti dell’ASL in ordine al trasferimento degli uffici da Cerignola  a Foggia e comunque a rivedere e a ridiscutere l’organizzazione del lavoro con i sindacati. Ossequi.