Importantissima vittoria dell’Audace Cerignola sul campo di Bisceglie: un 2-1 frutto di una prestazione gagliarda e pratica dei ragazzi di Di Corato, che tornano in piena zona playoff alla quinta piazza con 24 punti. Eroe della sfida del “Ventura”, Gigi Lasalandra che realizza una doppietta e torna ad essere decisivo dopo diverse prestazioni incolori. Tra l’altro, dopo due anni in pratica, è stato fischiato un rigore a favore del Cerignola, poi però fallito. La rete di Ingrosso, difensore nerazzurro non basta ai padroni di casa che subiscono così la prima sconfitta dopo cinque vittorie di fila e il primo stop interno, nonostante abbiano giocato una buona partita e fermati in alcune occasioni dalla malasorte. In attesa di Martina-Monopoli, la graduatoria vede comunque vada il posticipo gli itriani in vetta; Bisceglie che mantiene la seconda posizione agganciato da Racale (in forte ascesa) e Locorotondo (3-1 al Tricase). Poi Audace a 24 e Copertino, prossimo avversario domenica a 23.

CRONACA L’Audace torna da Bisceglie con tre punti pesantissimi che rinvigoriscono la squadra nelle ambizioni di alta classifica accorciando a tre le distanze dalla vetta. Una partita intensa, vivace e mai noiosa nel suo svolgersi, che ha visto prevalere gli ospiti, ma non demeritano i biscegliesi. Di Corato sceglie Zonno come esterno a centrocampo con Piscopo, Roberto Lasalandra recupera in difesa, Giacco-G. Lasalandra il tandem d’attacco. Si gioca subito a viso aperto e subito fioccano le occasioni da ambo le parti: al 10’ traversa di Di Pierro di testa. Tre minuti dopo un episodio che peserà sulla gara: fallo da ultimo uomo in area di Cioffi su Giacco, espulsione e rigore ai gialloazzurri dopo circa due anni. Dal dischetto si presenta lo stesso centravanti ma è spettacolare Sansonna nel respingere il tiro; a metà primo tempo si infortuna proprio Giacco (stiramento), sostituito da Patruno. Si susseguono azioni da gol, con gli adriatici pericolosi con Di Pinto per due volte, e nella seconda circostanza è bravo Leuci. Nella ripresa il Cerignola passa per due volte per merito di Gigi Lasalandra, che realizza due eurogol: prima una staffilata di esterno che infila il fin lì attento portiere di casa, poi, al 77’ Piscopo, che aveva sfiorato la gioia personale in precedenza, lancia il folletto cerignolano che sul filo del fuorigioco si presenta davanti a Sansonna e lo beffa con un pregevole pallonetto. I nerazzurri stellati non si arrendono, con Carteni che colpisce un altro legno e che dimezzano lo svantaggio a dieci minuti dalla fine con una bella punizione di Ingrosso dal limite che non dà scampo a Leuci. Poi i tifosi di casa, arrabbiati per le decisioni della terna fino a quel punto, lanciano e colpiscono un assistente con una bottiglietta e il gioco si ferma per circa cinque minuti. Il forcing avversario non porta frutti e così l’Audace torna a vincere in trasferta dopo Castellana e, complice il rumoroso scivolone del Martina col Monopoli, si ritrova quinto a soli tre punti dalla capolista, riaccendendo gli entusiasmi nella società e tra i tifosi. In soli tre punti cinque formazioni, con un ennesimo test probante domenica prossima in casa con il Copertino dell’ex Marino: il risultato che ne uscirà fuori determinerà con maggiore chiarezza dove può arrivare la compagine del presidente Dinisi.

CONDIVIDI