Il Comune di Cerignola sta procedendo alla liquidazione dei pagamenti riguardanti i debiti fuori bilancio, per un importo di 2.848.281,90 euro, riconosciuti dopo le determine n.186 e 187 del 5 novembre. L’Ente aveva approvato il provvedimento con la delibera n.34 dell’ 8 ottobre 2010. I Servizi Finanziari stanno eseguendo celermente le operazioni, in considerazione sia delle varie sollecitazioni pervenute che dell’esiguo tempo residuale tra la esecutività degli atti e la chiusura della Tesoreria comunale. Buona parte di questi debiti sono dovuti a contenziosi arretrati: per la precisione 1.830.612 euro da sentenze e precetti. Ciò porta l’Assessore al Contenzioso e al Personale, Enzo Pece, a dire che “in futuro dovremo cercare, per quanto possibile, di alleviare questo peso gravante sulle casse comunali risolvendo in via bonaria, mediante transazioni,  le controversie con i privati. Ci stiamo muovendo in questa direzione, programmando le attività e studiando soluzioni per fare in modo che non si creino e anzi si riducano di molto i debiti”. Pece si sta muovendo rapidamente anche per tentare di utilizzare nel miglior modo possibile, valorizzandole, le risorse umane del Comune. “Dobbiamo sfruttare le notevoli competenze dei nostri dipendenti comunali, impiegandole efficacemente e premiando il merito, riconoscendo e incentivando gli sforzi di chi non lesina il proprio impegno e si contraddistingue per la sua disponibilità umana. Ma su queste persone non va caricato il peso del lavoro non svolto da altri colleghi, cosa che purtroppo, invece, avviene. Dobbiamo evitare che situazioni come queste si ripetano, se necessario anche adottando provvedimenti disciplinari nei confronti di chi non fa il proprio dovere”

CONDIVIDI