Una mozione per porre fine al malcostume di ostruire con le auto gli scivoli per disabili. È l’iniziativa congiunta dei 2 consiglieri del Popolo della Libertà, Gianvito Casarella e Nicola Netti, preoccupati del dilagante fenomeno di parcheggi selvaggi.

Cerignola si avvia da qualche anno ad una civilizzazione strutturale, per quel che riguarda l’adeguamento alle normative sull’abbattimento delle barriere architettoniche”, esordiscono i due presidenti delle Commissioni consiliari Servizi Sociali e Sicurezza. L’’opera di ammodernamento di edifici e marciapiedi, muniti di adeguati scivoli, non basta a garantire una vita normale a chi è costretto su una sedia a rotelle. “L’inciviltà di qualcuno inficia l’autonomia di tanti – osserva Netti – , aggravando i disagi che già quotidianamente i soggetti interessati sono portati ad affrontare, loro malgrado”. Sono troppi i casi in cui gli scivoli costruiti risultano poi ostruiti dal parcheggio di autovetture, che, di fatto, impediscono il transito delle carrozzelle”, continua Casarella. “Ben conosciamo – ammettono i due rappresentanti comunali del Pdl – la penuria di personale ed agenti di Polizia Municipale, volti a sanzionare infrazioni di tale portata. Per questo, proponiamo un’iniziativa semplice, diretta alla soluzione del problema: due pali in strada, in corrispondenza degli scivoli. Così il passaggio delle carrozzelle potrebbe avvenire attraverso tali applicazioni metalliche, ma il parcheggio delle autovetture e di vetture di qualsivoglia natura sarebbe impedito fisicamente”. Per questo, con l’atto protocollato lo scorso 5 novembre, i due giovani consiglieri comunali intendono impegnare l’amministrazione “a partire dalle zone in cui sappiamo risiedere i portatori di handicap motorio, così come dalle zone di maggior traffico e maggior parcheggio selvaggio, specie quelle non soggette a vigilanza e particolarmente congestionate a determinate ore del giorno”.

CONDIVIDI
  • Non vorrei dire… ma la mozione dovrebbero farla per tutti i parcheggi selvaggi, perchè in paese, soprattutto al sabato sera, Corso Garibaldi è una giungla di auto dove la gente se potesse, parcheggierebbe a modi pila di piatti. Per non parlare dei parcheggi sul passo carrabile e marciapiedi.

  • Non vorrei dire… ma la mozione dovrebbero farla per tutti i parcheggi selvaggi, perchè in paese, soprattutto al sabato sera, Corso Garibaldi è una giungla di auto dove la gente se potesse, parcheggierebbe a modi pila di piatti. Per non parlare dei parcheggi sul passo carrabile e marciapiedi.

  • Ciao Stefano, non so se tu abbia letto tutto il testo. In effetti, devo dire, il titolo che qui hanno dato non rende completamente il senso della mozione, che è e resta quella di tutelare i disabili, spesso impossibilitati a compiere gli spostamenti più elementari.
    Il tema dei parcheggi indisciplinati, delle occupazioni abusive di suolo pubblico, è materia per altri interventi

  • Ciao Gianvito,

    l’articolo l’ho letto, infatti il mio era un mezzo OT. Il problema dei parcheggi selvaggi di fianco alle discese è un mal costume esistente da sempre. Questo mal costume come lo si cura? Non di certo con interventi mirati solo e solamente alle salitine ma facendo rispettare una volta per tutte la legge, dai parcheggi sul marciapiede, al passo carrabile e alle macchine in doppia fila, disincetivando il cittadino a muoversi in auto ed usare le proprie gambe o la bicicletta! Fosse per me, Corso Garibaldi, Corso Roma e Corso Aldo Moro, dovrebbero essere pedonali h24 con accesso consentito solo a biciclette, mezzi di trasporto per le attività commerciali e mezzi pubblici (se esistono ancora).

  • zompalanoce

    Cerignola è incivile e se no non lo fai l’incivile sei lento (come dice Celentano) , diciamo che è diventato un modo di vivere … che sarà difficile sviare.