Pubblichiamo di seguito la replica di Giannatempo alle dichiarazioni rilasciate stamattina dall’avv. Metta riguardanti presunte intimidazioni di persone vicine al Sindaco contro il consigliere de la Cicogna. Ecco la nota completa.

“Se davvero, come afferma, il consigliere Franco Metta ha ricevuto intimidazioni nelle ore precedenti il suo comizio del 14 novembre, farebbe bene a denunciarle a chi di dovere. Non vale la pena aspettare che in futuro si ripetano simili episodi per intervenire, ancor di più se, come Metta sostiene, questi fatti hanno visto protagonisti anche miei stretti congiunti. Denunci subito tutto”. Così il Sindaco Antonio Giannatempo risponde alla lettera inviata dal leader del movimento “La Cicogna” ad alcuni media locali, nella quale Metta afferma di “aver registrato negli ultimi giorni un crescente clima di preoccupazione e minaccia”, culminato, a suo dire, nell’arrivo “di messaggi inequivoci pervenuti all’indirizzo mio personale e di alcuni dirigenti de la Cicogna”, aggiungendo che “in quest’opera si è distinto anche qualche stretto congiunto del Sindaco Giannatempo” e chiarendo: “Per ora mi limito a questa pubblica segnalazione. Alla prossima, partiranno le denunce”. Una frase, l’ultima di Metta, che Giannatempo commenta così: “Questa sì che sa tanto d’intimidazione. A me interessa ciò che Metta dice e fa in Consiglio comunale, il resto certamente no, perché non ho tempo per occuparmene.  Ma stavolta una risposta era d’ obbligo, vista la gravità delle cose che ha detto”.

CONDIVIDI
  • vinmar

    che facc tust…..stu giannatimb.

  • ciccio

    Giannatempo ha a Cuore tutti i cittadini di Cerignola anche i Mettiani (appartenenti alla setta del Santone) per questo chiede di denunciare chi commette queste gesti d’intimidazione