Ci è giunta pochi minuti fa in redazione una comunicazione dell’Avv. Metta che denuncia l’indifferenza (a suo dire) del Sindaco Giannatempo verso i problemi da lui sollevati. Riportiamo di seguito il documento completo inviato alla Procura della Repubblica di Foggia.

GIANNATEMPO ………ha le gambe corte! Ho interrogato l’Amministrazione Comunale di Cerignola con l’atto che allego  in copia (doc. n.1) per conoscere quali fossero le ragioni che impediscono la emissione di una ordinanza di demolizione nei confronti della società “Il Centro”,in riferimento alla recinzione realizzata dalla medesima società in via Tiro a Segno,su terreni che sono parte integrante del “tratturo regio”. Rispetto al predetto manufatto risulta emessa una ordinanza di sospensione dei lavori,ma mai – successivamente – la doverosa ordinanza di demolizione. La pratica è così ………..”sospesa”………da mesi. Io sospetto per fare cosa gradita alla società di costruzione, di cui è socio l’ingegner Pasquale Alicino,uno dei due imprenditori – tecnici – progettisti – grandi elettori,assai vicini al cuore della Amministrazione Comunale di Cerignola. Ha risposto il Sindaco Giannatempo nel corso della seduta del Consiglio  Comunale del 5 novembre scorso( doc. n.2) dicendo: “Vi è l’assenso della sovraintendenza alla costruzione di quella recinzione”. Replicai: “ Lei ha mentito al Consiglio Comunale”. Offro le prove di quel che ho detto. 1) Protocollo n.7772 ; Sovrintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio.( doc. n.3) “In risposta a quanto richiesto si precisa………..questa Sopraintendenza non rilascia alcun parere o nulla osta,bensì esercita esclusivamente un controllo di legittimità sulle autorizzazioni paesaggistiche comunali. Per quanto attiene la realizzazione di una recinzione in c.a. e ringhiera in Via Tiro a Segno,su porzione di terreno che ricade in una fascia di rispetto tratturale(tratturo regio Foggia Ofanto), si fa presente che agli atti della scrivente non risulta pervenuta, a tutt’oggi,alcuna autorizzazione paesaggistica da parte del Comune di Cerignola. Copia della succitata nota è inviata per dovuta conoscenza al Sindaco di Cerignola,con invito a voler fornire proprie notizie in merito”. 2) Protocollo n. 104011,datato 17 \ 12 \ 2009, SOVRAINTENDENZA PER I BENI ARCHEOLOGICI DI PUGLIA – TARANTO. ( doc. n.4) “In merito ai lavori di recinzione di cui all’oggetto si comunica che agli atti di questo ufficio non risulta pervenuta alcuna richiesta. Il sopralluogo eseguito altresì da parte di tecnici del Centro Operativo di Foggia ha accertato che i lavori sono già stati realizzati. Si chiede pertanto di inviare con urgenza il progetto delle opere a farsi per i provvedimenti di competenza”. 3) Protocollo n.1250,datato 25 \ 1 \ 2010. SOVRAINTENDENZA PER I BENI ARCHEOLOGICI DI PUGLIA – TARANTO.(doc. n.5) “ In merito ai lavori di recinzione di cui all’oggetto si comunica che agli atti di quest’ufficio non risulta pervenuta richiesta alcuna.Pertanto, eseguito apposito sopralluogo da parte di tecnici del nostro centro operativo di Foggia è da ritenersi che gli stessi siano stati eseguiti abusivamente e pertanto va ripristinata la situazione iniziale. I lavori così drasticamente definiti dalla Sovrintendenza Regionale sono, appunto,quelli relativi alla DIA del 17 luglio 2009,sospesi con ordinanza del 9 \ 9 \ 2009. Il dirigente del settore edilizia privata ingegner Amato,nonostante ovviamente onosca il testo delle missive che ho sopra riassunto,insiste nel richiedere alla società Il Centro di fornire( cito dal documento con protocollo n.9374 a firma Amato- doc. n.6 -) il nulla osta della Sovrintendenza per i beni archeologici di Puglia – Taranto. Perde evidentemente tempo,invece di procedere a quanto è per lui doveroso! Giannatempo \ Amato; Amato \ Giannatempo: la coppia di terzini a difesa della recinzione de “ Il Centro”. L’uno balbetta giustificazioni infondate. L’altro,ancora in una nota scritta del 23 luglio scorso dichiara: “ L’Ufficio è in attesa di conoscere il parere della Sopraintendenza Archeologica della Puglia per il completamento dell’iter istruttorio intrapreso”…………………(doc. n.7). LE NOTE DEL 17 \12 \09 E DEL 25 \ 1 \ 2010 HANNO GIA’ “BATTEZZATO” COME PRETESTUOSA QUESTA AFFERMAZIONE.NELLE NOTE CHIARAMENTE SI DICE CHE NESSUNO HA CHIESTO NULLA OSTA O ALTRO; LA SITUAZIONE PREESISTENTE VA RIPRISTINATA; I LAVORI SONO ABUSIVI. Il comportamento omissivo e manipolatore della realtà documentale mi pare evidente e certo. Merita di essere segnalato all’opinione pubblica e anche alla Procura della RepubblicA. Le stranezze di questa vicenda non finiscono qui. L’ordinanza di sospensione dei lavori,datata 9 settembre 2009, ( DOC. N.8) viene notificata agli interessati con una enorme ritardo; con ancora maggior ritardo viene notiziato il Comando dei Vigili Urbani. La società costruttrice,solamente il 22 marzo 2010, ( DOC. N.9),protocolla la propria richiesta di parere autorizzativo alla sovraintendenza. Sei mesi dopo l’ordinanza di sospensione. Tempo durante il quale,un comune cittadino,avrebbe già abbondantemente subito l’ordinanza di demolizione. Richiesta di parere autorizzativo che abbiamo già visto con il documento n.3 essere del tutto in conferente,in quanto la Sovraintendenza non rilascia pareri, bensì esercita il controllo sulle autorizzazioni paesaggistiche rilasciate dal Comune. Che chiede “Il Centro”? Che aspetta il pubblico ufficiale, dirigente ff, ingegner Amato? Che racconta a opinione pubblica e Consiglieri Comunali il Sindaco,pubblico ufficiale anch’esso, certamente al corrente della reale situazione di fatto? Eppure la società Il Centro non avrebbe avuto bisogno né di ordinanze né di esposti per sapere che aveva intenzione di eseguire lavori,là dove insiste un ratturo regio. E’ del 4 luglio 2007 ( DOC. N.10) una richiesta di concessione di suolo tratturale avanzata dal legale rappresentante della società all’Ufficio Parchi e Tratturi della Regione Puglia. ALLORA GIA’ SAPEVI –BIRBANTELLO – CHE STAVI PER COSTRUIRE, AVRESTI VOLUTO COSTRUIRE, SU SUOLI CHE COSTITUISCONO TRATTURO !!!!!!!! In data 10 febbraio 2010 ( DOC. N.11) l’Ufficio Tratturi ESPRIME IL PROPRIO NULLA OSTA ALLA REALIZZAZIONE DI UNA RECINZIONE : “che dovrà essere in rete metallica e paletti facilmente amovibili per evitare il deposito di rifiuti speciali e non,previa acquisizione di autorizzazioni prescritte dalla legge”. VERAMENTE DEGLI IMPUNITI QUESTI SIGNORI DELLA SOCIETA’ A RESPONSABILITA’ LIMITATA……IL CENTRO. Chiedono una autorizzazione il 4 luglio 2007. La ricevono il 10 febbraio 2010. Quando la recinzione è già stata realizzata; è stata realizzata in cemento armato; abusivamente. Mi pare conclusivamente di poter osservare che,da quel che risulta, il principio di legalità,in loco,è sospeso,almeno per qualche privilegiato esponente della classe imprenditoriale- tecnica – parapolitica. Mi paiono particolarmente rilevanti e significativi – sotto il profilo dell’elemento psicologico di un eventuale reato – le dichiarazioni infondate del Sindaco,durante una adunanza del Consiglio,palesemente dirette a nascondere responsabilità interne ed esterne; a giustificare – vi è dunque consapevolezza – una inammissibile omissione dei propri doveri di ufficio,che comprendono la vigilanza sulla legalità delle condotte dei componenti la struttura tecnica. Sempre disponibile per ogni tipo di chiarimento e di precisazione. Cordialità.

CONDIVIDI
  • tonino

    Ma ho letto che Metta o la Moglie sono soci di Alicino, è vero? Mi hanno detto che la Moglie è socia e per andare contro la moglie attacca Alicino, quindi sempre interessi personali, altri dicono che i confinanti del “Centro” i novelli sono clienti di Metta, conflitto di interessi. qualcosa di vero deve esserci.
    Anche Metta un porco

    • carlo

      Quante chiacchere! Metta ha il solo interesse di stabilire la legalità dei procedimenti amministrativi che la Giunta Comunale cerca spesso o quasi sempre di forviare per la sola passione di tutelare gli interessi economici di Alicino che nonostante non sia più un dipendente comunale continua a dirigere tutto il terzo piano e non solo, il nostro caro sindaco Giannatempo deve capire che oltre a fare gli interessi di Alicino ci sono altri sessantamila cittadini. Da ciò che ha scritto si evige che lei non si sia perso una sola puntata di Beatiful parlando solamente di intrighi e tresche che lei suppone, dimostrando di arrampicarsi sugli specchi non avere elementi validi per controbbattere alla pari, scendendo al suo livello le dico che tutti gli uomini hanno una compagna e la informo che anche il caro protetto sig. Alicino ne ha una, quindi prima di chiamare “porco” Metta ci pensi bene a chi vuole difendere con il suo inutile commento

  • Staff

    Invitiamo tutti gli utenti a lasciare commenti non offensivi e non ingiuriosi,moderando i termini delle opinioni,fermo restando la possibilità indubbia di esprimersi. Grazie.

  • Giupy

    Lo Staff più che invitare gli utenti a non lasciare commenti offensivi ed ingiuriosi dovrebbe evitare di renderli pubblici.
    Inoltre tutti coloro che fanno facili affermazioni solo per scrivere qualcosa non sapendo nemmeno di cosa trattano dovrebbero avere l’accortezza di documentarsi preventivamente provando a non rendersi ridicoli e pretestuosi. E’ ormai palese che tutti quelli che sostengono la maggioranza non sanno far altro che attaccare, insultare, offendere, screditare, boicottare, minacciare l’avv. Metta e la Cicogna. Provate a controbattere, se ci riuscite, alle accuse che vengono mosse all’amministrazione comunale con documenti e prove alla mano…altrimenti statevene zitti che ci guadagnate.

  • assunta

    Signora o signorina Giupy,mi pare che il mal costume della MALA EDUCATION ,nasce proprio dal vs.partito :ingiurie,arroganza,ironia,sarcasmo,offese,minacce,gruppetti pilotati ,e’ tutto vostro cibo partitistico……..e,aggiungo,che ad una signorina i termini imperativi “STATEVENE ZITTI”,nn sono certo eleganti ed appropriati,ma,d’altronde ,il Vostro Capo usa fare cosi’,e le ancelle eseguono.Ossequi!

    • mariarosa

      Distinta signora Assunta, nel commento della signora Giupy, non vedo nulla di offensivo, ritengo che il suo commento non abbia senso, siamo stanchi delle mele marce, soprattutto quelle che apparentemente sono belle e all’interno c’è solo lo schifo, detesto chi vuole apparire buona e questo suo finto perbenismo mi irrita perchè da ciò che ha scritto non traspare nulla di positivo in lei, preferisco la schiettezza e la spontaneità nelle persone, mi sincero nel sapere che ci sono ancora persone che lottano con onestà nei diritti dei cittadini, si documenti prima di fare dei commenti, se lei fosse stata una persona onesta non sarebbe andata contro questo articolo e non sarebbe andata a favore di chi vive ed ha vissuto manomettendo e raggirando ostacoli pur di ottenere ciò che volesse. Qui non vedo replicanti che commentano l’articolo ma solo persone che puntano il dito contro avv. Metta e le sue ancelle, che c’è non avete nulla da ribattere sulla questione in merito? Parliamone se avete la conoscenza dei fatti e la capacità di affrontare il discorso, limitatevi a questo. La verità è che questa è un’ennesima illegalità, venuta a galla grazie ad un’onesto e valoroso cittadino, da prendere come esempio, se fossero tutti come il signor Antonio Novelli molti non avrebbero avuto più campo libero. Le ribadisco l’invito nel discutere se vuole sulla questione altrimenti, come ha già detto la signora Giupy, si stia ZITTA, grazie.

  • siete dei perdenti

    siete dei perdenti. non riusciste ad arrivare nemmeno al ballottaggio. PERDENTI.

  • mariorossi61-26@libero.it

    ma caro avvocato sei uscito perdente perche’ la gente non ti ha voluto neancheal ballottaggio ora e’ da parecchio che vai tu e i tuoi scazzozzi alla procura della repubblica a portare ogni giorno documenti ma mi sa che alla
    procura non perdono tmpo neanche a leggere . Pero’quando hai difeso GIANNATEMPO nel processo ai grattini, andava tutto bene e salivi sul palco a dire che era innocente : poi ti sei accorto di tante cose che non andavano e che l’attuale sindaco non era tanto bravo cosi’ come dicevi nei comizi con la destra quando non attaccavi perche’ pensavi che ti avrebbero candidato a sindaco : nella vita bisogna essere coerenti .