Sono un manfredoniano e un cerignolano i due foggiani arrestati nell’ambito dell’operazione di polizia che a Milano ha sgominato una organizzazione dedita alle truffe. In carcere sono finiti il sipontino Luigi Salvemini, 43 anni, e Francesco Andriotta, 48 anni, di Cerignola: sono stati arrestati questa mattina dalla squadra di polizia giudiziaria della polizia stradale di Foggia su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Milano e richiesta della Procura meneghina. Diciotto le persone arrestate (tre ricercate), tutte accusate di associazione per delinquere dedita alla truffa e al  riciclaggio di veicoli industriali. Secondo l’accusa, utilizzando due società di comodo noleggiavano – senza pagare – mezzi alla “Hertz Italia” che poi rivendevano a terzi. Una società recuperava i mezzi, l’altra li “piazzava” sul mercato. Nell’inchiesta sono coinvolti altri due manfredoniani, mentre sono state quattro le perquisizioni domiciliati effettuati dalla polstrada del capoluogo. L’organizzazione era dedita alla truffa e al successivo riciclaggio di veicoli industriali rivenduti in tutta Italia. E proprio tre anni fa, sempre la polizia stradale di Foggia, su richiesta della Procura di Milano, sequestrò due escavatori dal valore commerciale di circa 600mila euro rinvenuti nella zona industriale di Manfredonia. (da daunia news)

CONDIVIDI