Via Plebiscito e Via XX Settembre puzzano. Occorre intervenire, a tutela di residenti ed esercenti, per di più in prossimità del Natale. È questo il senso dell’interrogazione consiliare, presentata da Gianvito Casarella (Pdl), rivolta all’assessore ai Lavori pubblici Nino Santoro ed al suo omologo all’Ambiente Stefano Palladino. Negli ultimi 18 mesi Via Plebiscito e Via XX Settembre sono state fatte oggetto di lavori relativi alla rete fognaria – spiega il consigliere di destra-Un primo ripristino del manto stradale era stato oggettivamente rilevato come inadeguato, tant’è che il Commissario prefettizio pensò di sollecitare la ditta appaltatrice dei lavori a tornare in Via Plebiscito, per sistemare gli evidenti dislivelli stradali”. In questo susseguirsi di eventi e di lavori, residenti ed esercenti della zona hanno iniziato a lamentare anche un disagio olfattivo, figlio di una situazione che potrebbe venire da più lontano. Dal mese di giugno 2010 le stesse strade sono state invase da uno sgradevole odore proveniente dalla fogna bianca appena realizzata – osserva Casarella – . Esistono diverse segnalazioni scritte e verbali agli uffici comunali competenti. Ed esiste, in merito, una petizione datata 12 ottobre 2010, siglata dai soggetti interessati. La raccolta di firme è motivata dal disagio, specie per i negozi che in quelle vie operano. In particolar modo, gli esercenti, in un momento di crisi economica come quello che viviamo a livello mondiale e cittadino, sono allarmati dalla concreta possibilità che il cattivo odore possa coincidere con un calo delle vendite in vista delle prossime vacanze di Natale”. Il cattivo odore, in sostanza, disincentiva gli acquirenti anche solo a guardare le vetrine. Con conseguente pericolo che ciò comporti meno ingressi nei negozi stessi. E quindi meno vendite, in un momento già assai delicato. Per questo, Casarella chiede conoscere le iniziative che l’amministrazione intende intraprendere a riguardo.

CONDIVIDI