CERIGNOLA – Condanna ferma all’episodio e invito alla moderazione per il prosieguo della consiliatura. È unanime la posizione dei gruppi consiliari di Pdl, Udc, Pd, Mpt e La Cicogna, a commento dell’episodio di intimidazione subita dal sindaco Antonio Giannatempo, al cui portone dell’abitazione stanotte è stato appiccato fuoco. I capigruppo, Paolo Vitullo (Popolo della Libertà), Luca Reddavide (Udc), Berardino Tonti (Partito Democratico), Gianni Ruocco (Moderati per Tonti) e Luigi Ratclif (La Cicogna), esprimono solidarietà al primo cittadino, preoccupati del clima avvelenato che si sta proponendo con insistenza, a livello di recrudescenza dei fenomeni delinquenziali. L’invito alla cittadinanza e alle forze politiche rappresentate in Consiglio Comunale è quello di elaborare programmi e idee e a collaborare per la città, ciascuno nel proprio ruolo di maggioranza e di opposizione. Le forze politiche elette hanno la responsabilità morale del clima che pervade la cittadinanza.

CONDIVIDI