Quello che volevamo era semplicemente mantenere le partecipazioni del Comune nella Società Ofanto Sviluppo s.r.l., perché sarebbe innegabile riconoscere,  il fatto che esso rende dei servizi atti a promuovere e valorizzare lo sviluppo socio-economico del territorio, un’attività quindi d’interesse generale che opera perfettamente in linea con le disposizioni previste ai sensi del comma 28 dell’articolo 3 della legge 244/07 . Non è bastato lanciare fulmini e tuoni contro il neo Presidente del C. d’A. della suddetta partecipata, per far capire all’ Assise Consiliare che il 31/12/2010 è solo la scadenza per gli enti locali che segna l’orizzonte temporale entro cui dovranno essere espletati gli adempimenti prescritti dall’articolo 3, commi 27 e seguenti della legge 244/2007. Trattasi di un insieme di norme che pongono a carico degli enti locali l’obbligo di eseguire, entro la scadenza indicata, una ricognizione formale (un elenco) delle rispettive partecipazioni societarie, mediante delibera motivata dell’organo consiliare con il doppio fine di autorizzare il mantenimento delle partecipazioni ammesse e di cedere a terzi (non svendere) quelle vietate. Ma purtroppo, il Sindaco aveva già deciso tutto: ha impedito al Presidente Morra di intervenire, ha impedito al Presidente Morra di replicare, ha impedito al Presidente Morra di parlare, ha impedito al Presidente Morra di “respirare”. Il Sindaco ha già provveduto, come da comunicato stampa del 24/11/2010: Un provvedimento che è la conseguenza della delibera di C.C. del 13 maggio 2008, la quale stabiliva unicamente di quantificare il valore economico della società al fine di “mettere il Consiglio Comunale nelle migliori condizioni per adempiere alle incombenze previste dal comma 28 dell’art..3 L.244/07”, che prevede la cessione a terzi delle società partecipate vietate ai sensi del comma 27 dello stesso articolo. Tutte fesserie, è una interpretazione della norma in maniera del tutto arbitraria, personale e priva di ogni riferimento giuridico. Mi auguro che il Consiglio Comunale del Comune di San Ferdinando di Puglia, consideri e rifletta con attenzione l’ evidente ed innegabile ruolo della Società Ofanto Sviluppo s.r.l. che è: promuovere e valorizzare lo sviluppo socio-economico del territorio, un’attività quindi d’ Interesse Generale. Peccato…………….. Per la Città e le speranze di lavoro dei nostri ragazzi. Peccato……………..