Per l’ultimo impegno del 2010 l’Audace Cerignola incontra il Sogliano, partita valida per la 19ma di Eccellenza. Trasferta molto insidiosa, da affrontare con la giusta concentrazione per continuare ad inseguire il sogno serie D. I salentini, dopo un brillante avvio di campionato, tale da meritarsi il primo posto, ora sono in una fase calante, fermi all’undicesima piazza a 22 punti. Non vince da sei partite il Sogliano, quattro punti racimolati e due sconfitte di fila, ultima delle quali la settimana scorsa a Bari contro il San Paolo; recentemente tuttavia ha fermato sul pareggio sia il Martina che il Bisceglie. Il campo amico è quasi un fortino inespugnabile per i rossoneri, che hanno ceduto solo al Terlizzi ottenendo per il resto tre delle cinque vittorie in bilancio e quattro pari. Una squadra che gioca in maniera molto aperta, concretizzando molto ma concedendo altrettanto: tale dato è evidente dal confronto tra gol fatti (31, secondo della categoria) e subiti (28, quarta peggior difesa). Simbolo dei leccesi è senza dubbio D’amblè, capocannoniere del torneo con 14 marcature; insieme al collega Adeshokan rappresenta una delle coppie più assortite nel bucare le formazioni avversarie. Da parte sua, il Cerignola è in uno stato di forma davvero ottimo, ed è ferma convinzione regalare ai tifosi un successo per festeggiare al meglio le feste di fine anno. La striscia di risultati utili deve essere incrementata se si vuole mettere costante pressione al Martina; i ragazzi sono sempre più spronati all’obiettivo da Di Corato. Il mister per l’appuntamento di domani dovrà rinunciare agli squalificati Roberto Lasalandra e Giuseppe Grieco. Il sostituto naturale del bravo centrocampista è Rosario Conte, che quasi certamente verrà impiegato; per il resto verosimile la conferma degli altri effettivi che hanno schiantato il Vieste sette giorni fa. Occhi puntati sul trio Giacco-Piscopo-Lasalandra, il quale avrà il compito di allargare le maglie difensive del Sogliano e rendersi ancora protagonista con reti pesanti e decisive. Intanto la società, che ha subìto ammende per 600 euro totali dal Giudice sportivo a causa dei petardi e bombe carta esplosi in occasione dei match con San Paolo e Vieste, comunica alcune operazioni di mercato. Ceduti il portiere Gervasio e l’attaccante Zitolo, a prendere il loro posto arrivano rispettivamente Vurchio e il centrocampista Monopoli, quest’ultimo classe ’92 reduce dal prestito al San Severo. Terna arbitrale interamente barese per la gara del Comunale: fischierà, con inizio alle 14.30, il sig.De Tullio. Tra le altri incontri della seconda di ritorno, da seguire Vieste-Bisceglie; il Martina gioca in casa del rinnovato Terlizzi e c’è anche la sfida playoff Locorotondo-Racale.