Lunedì 24 gennaio, presso la sala stampa della Presidenza della Giunta regionale, si è svolta la conferenza stampa alla presenza dell’Assessore Elena Gentile, titolare dell’Assessorato al Welfare che coordina l’attuazione dell’intero Asse III del PO FESR, per la presentazione delle nuove iniziative finanziate a soggetti privati dalla Regione Puglia, nell’ambito dei fondi FESR della Linea 3.2 del PO FESR 2007-2013 per l’infrastrutturazione sociale e sociosanitaria del territorio pugliese.

Dopo la conferenza stampa i rappresentanti legali delle associazioni, delle cooperative, delle imprese private, degli enti religiosi ammessi a finanziamento, hanno sottoscritto i disciplinari di attuazione, per dare finalmente il via ai lavori e per poter richiedere le prime anticipazioni alla Regione.

I progetti, che hanno preso formalmente il via lunedì mattina, sono i primi 35 progetti di investimento classificati nella graduatoria finale, elaborata a seguito dell’Avviso pubblico per la Linea 3.2 Lo start up ufficiale riguarda in particolare: 15 progetti di investimento per l’adeguamento o l’ampliamento di strutture sociali e sociosanitarie già operanti; 20 progetti di investimento per la realizzazione di nuove strutture sociali e sociosanitarie. In totale, quindi, 35 progetti che interessano 882 posti letto o posti/utente nuovi o da riqualificare, assicurando un significativo salto di qualità al sistema di offerta pugliese. I 35 progetti di investimento hanno un valore complessivo di oltre 32 milioni di euro che sono stati promossi grazie a un contributo regionale complessivo di 18 milioni di euro : quindi per il 48% del costo di questi progetti la copertura è assicurata dall’apporto di mezzi propri, cioè dal cofinanziamento da parte dei soggetti privati beneficiari. Tra le tipologie di strutture più presenti, figurano le Residenze Sociosanitarie Assistenziali (RSSA) per anziani, le comunità socio educative per minori, i centri diurni socio educativi e riabilitativi per disabili, le strutture residenziali per l’accoglienza “dopo di noi” di disabili e pazienti psichiatrici stabilizzati. I primi 35 progetti sottoscrittori del disciplinare di attuazione, rappresentano la prima tranche di progetti ammessi a finanziamento tra quelli utilmente classificatisi nella graduatoria approvata nell’ottobre scorso dalla responsabile della Linea 3.2 del PO FESR 2007-2013 (A.D. n. 231 /2010).

“A breve, infatti – dichiara l’assessore Gentile con soddisfazione – saremo in grado di assicurare lo scorrimento della graduatoria per un numero significativo di ulteriori progetti, grazie all’imminente incremento di risorse finanziarie assegnate a questa azione, vista l’elevata propensione all’investimento dei soggetti privati e del terzo settore e la necessità di sostenere tali investimenti che consentono una crescita complessiva dell’offerta di servizi in Puglia”.

E’ importante, evidenziare, infine, che per tutti i 35 progetti sarà assicurata l’erogazione della prima quota del 50% del contributo regionale in tempi brevissimi, non appena ciascun soggetto beneficiario avrà presentato alla Regione la necessaria polizza fideiussoria a copertura delle garanzie richieste. Si tratta, pertanto, di investimenti che, entro l’inizio della primavera, potranno assicurare l’avvio di altrettanti cantieri sul territorio regionale. (Press Regione)