E’ giunto in redazione un comunicato stampa riguardante la giornata di lunedì 7 febbraio quando, anche Cerignola, ricorderà la figura di Pinuccio Tatarella. Di lui, ancora oggi, restano indelebili le grandi doti politiche e la immensa capacità di essere uomo della gente, anche facendo il politico a 360 gradi. Un insegnamento che in molti stanno dimenticando e che forse andrebbe intrapreso per una rinascita intellettuale della classe politica. Durante la giunta Valentino, il Presidente Regionale Nichi Vendola, intervenuto in Sala Consiliare, ricordò Tatarella definendolo «un grande innovatore, uomo d’altri tempi; giusto con i giusti, padre di una politica ormai dimenticata!». Di seguito il documento completo.

Anche in Provincia di Foggia Futuro e Libertà per l’Italia ricorderà la figura di Pinuccio Tatarella, padre nobile della destra italiana. Lunedì 7 febbraio, a 13 anni dalla scomparsa dello statista pugliese, a Cerignola alle ore 11.30 i partecipanti si ritroveranno alla Chiesa del Carmine per deporre una corona di fiori sulla lapide commemorativa posta davanti alla casa natale nella vicina Via dei Sanniti n.3. Prevista la partecipazione di Gianmario Mariniello, Coordinatore nazionale di Generazione Futuro, movimento giovanile di FLI, di Fabrizio Tatarella, Coordinatore provinciale, del Capogruppo alla Provincia di FLI, Emilio Gaeta, del Coordinatore locale di FLI, nonché assessore comunale, Enzo Pece e di altri amministratori locali. La manifestazione è aperta a tutti i cittadini e alle autorità locali, civili, religiose e militari. Nel pomeriggio alle 18.00 a Bari, Villa Romanazzi, convegno su “Pinuccio Tatarella, una politica diversa”, con tutti i movimenti giovanili di UdC, Api, Sel, Pd, PdL e Fli che si confrontano sulla figura del politico pugliese, concluso dal Sindaco di Bari Michele Emiliano, dal Presidente della Regione Nichi Vendola e dal suo discepolo prediletto Italo Bocchino, Presidente dei deputati di Fli alla Camera dei Deputati.

CONDIVIDI