Ancora prive di esito le ricerche per il ritrovamento di Alessia e Livia, le due sorelline svanite nel nulla in seguito al suicidio del loro papà, Matthias Schepp. Prosegue senza sosta l’attività di perlustrazione a nord della stazione, che continua tuttora: è stato ispezionato un pozzo tra il casello autostradale dell’A14 (Cerignola est) e la stazione, ma l’esito sarebbe negativo. Intanto, è previsto dalle Marche l’arrivo di un cane di razza Bloodhound, detto “cane molecolare”, allo scopo di imprimere una svolta nelle indagini. Un esemplare di questa razza è stato utilizzato per le ricerche in Lombardia relative alla scomparsa di Yara Gambirasio, la ginnasta 13enne della provincia di Bergamo. Si tratta di un cane dalle capacità olfattive molto sviluppate, riconosce l’odore di qualcuno anche se dal passaggio sono trascorsi vari giorni; poichè lavora sulla molecola dell’odore, è detto cane “molecolare”, e riesce a fiutare anche eventuali tracce di sangue sulle piste da esso seguite. Sono ancora in volo due elicotteri, uno dei Vigili del Fuoco, l’altro del Soccorso Alpino, che resteranno attivi fino al calar del sole. Due agenti della polizia svizzera hanno portato alcuni indumenti delle due bambine per agevolare il lavoro delle unità cinofile. Gli investigatori stanno compiendo accertamenti su un prelievo effettuato da Schepp  a Marsiglia ad uno sportello bancomat, di 7000 euro circa: una incognita in più dal momento che addosso al cittadino elvetico sono stati ritrovati solamente un centinaio di euro.

CONDIVIDI