Alle 18.30 circa si sono interrotte le ricerche delle due gemelline. Nonostante il grande lavoro della Protezione Civile di Cerignola, del Soccorso Alpino e delle Unità Cinofile, ancora nessuna traccia che possa far risalire alle bimbe. In attesa della ripresa, fissata per domani mattina alle sei, si fa un primo bilancio delle indagini. Abbiamo ascoltato il capo della Protezione Civile il quale ci ha detto che non c’è ancora una pista precisa sullla quale si sta lavorando. I cani utilizzati fin ora hanno portato entrambi al pozzo appena dietro il muro di cinta della stazione, a poche centinaia di metri dal fattaccio. Stamattina, con l’aiuto di un asciugamano inviato direttamente dalla Svizzera, appartenente alle due creature, le unità cinifile con l’ausilio dei cavalli e di due elicotteri hanno perlustrato la zona nord della stazione e visitato numerevoli pozzi del circondario, senza ottenere risultati rilevanti. Affermava tristemente il Soccorso Alpino che, purtroppo, non è possibile dire se le bambine siano transitate dalla stazione oppure no. Inoltre, il fiuto dei caninon è infallibile e la molta gente passata nelle ultime ora nella stazione ha inquinato parecchio le prove. Anche l’odore dei sedili della macchina non è attendibile fino in fondo, poiché i cani vi hanno avuto accesso solo dopo le rilevazioni della Scientifica, che aveva quindi già inquinato la scena. Proprio a causa di questo complesso scenario, il Soccorso Alpino ha chiesto e ottenuto l’intervento del cane “molecolare” il quale potrà, con molta più precisione, nella giornata di domani, dirci se realmente le bambine sono state in stazione o nelle zone adiacenti a essa. Nell’attesa s’infittiscono le ricerche e prende corpo sempre più l’idea che le bambine non siano qui. Domani riprenderanno le ricerche nell’attesa, magari, di una buona notizia. La grande mobilitazione mediatica e l’inquinamento delle prove non stanno aiutando gli inquirenti. Concludendo, ci diceva il Capo della Protezione Civile, andava bloccata e chiusa la zona immediatamente per avere una ricerca più capillare. Questo non è stato fatto, perciò il nostro lavoro diventa ancor più difficile. Vi terremo costantemente aggiornati sui fatti. Più tardi, sul nostro sito, la giornata in video: tutti i fatti salienti raccolti in brevi filmati esclusivi de Lanotiziaweb.