E’ stato un bel Giovinazzo quello che si è visto contro l‘Udas domenica scorsa al Palazzetto “Nando Dileo”. Squadra convinta e ben organizzata che senza timori ha cercato l’impresa a Cerignola e per quello che si è visto in campo non ne si comprende la posizione in classifica(zona play out). Dopo diverse partite, nelle quali le assenze dei giocatori dell’Udas, tra infortuni e malattie, sono valse la perdita di qualche partita, finalmente Coach Saracino ha avuto a disposizione tutta la rosa, anche se alcuni atleti non ancora al top perché febbricitanti. Si parte con Capurso, Mancini, Visaggio, Ricco e Dileo ma, come detto sopra la Fidens entra in campo con il piglio giusto mentre la squadra di casa stenta a carburare ed appare lenta e prevedibile, così, nonostante i diversi moduli difensivi provati da Saracino, il pallino è in mano al Giovinazzo. Infatti si va al riposo lungo sotto di 3 lunghezze. Ma al rientro in campo la coppia  Capurso / Visaggio ( 46 pt. in due)  alzano il ritmo di gioco ed insieme a tutta la squadra, giocano più sereni ed iniziano a bucare la retina ospite da tutte le posizioni archiviando la partita e portando a casa l’ottava vittoria stagionale. “Non abbiamo giocato bene all’inizio e stentiamo sempre ad imporre il nostro gioco ma, devo dire che come sempre sta accadendo in questa stagione, la squadra è sensibile agli stimoli e spesso al momento opportuno, quando è necessario capire cosa non va e reagire, riusciamo ad ottenere il risultato sperato”. Queste le dichiarazioni di fine partita del mister che sta facendo volare gli udassini verso il vertice della classifica del campionato regionale di Promozione maschile girone A. Intanto ieri la capolista Manfredonia ha perso in casa del temibile Bitritto che ormai è lì con le altre a giocarsi una dei tre posti di vertice con una classifica molto corta che vede le prime cinque squadre in appena quattro punti. Domenica si va a Barletta per incontrare la Virtus. Palla a due alle ore 20.

CONDIVIDI