Una busta indirizzata al commissariato di polizia di Cerignola, con all’interno una cartuccia calibro 9 e un foglietto con frasi sconnesse e deliranti, è stata trovata nella cassetta postale in disuso in cui c’erano le due lettere scritte da Matthias Schepp alla moglie e contenenti in totale 1.500 euro. Gli investigatori precisano che non c’é nessun nesso fra il ritrovamento della busta con la cartuccia e la vicenda che riguarda la famiglia Schepp. (ANSA)

Una signora, proprietaria del «Bar Fiore» di corso Scuola Agraria, a Cerignola, ha rotto gli indugi e sostiene con fermezza che mercoledì o giovedì Matthias Shepp, Alessia e Livia erano stati nel suo locale. Matthias le avrebbe chiesto di poter utilizzare la toilette per Livia; padre e figlia si sarebbero recate nel retro del bar, mentre la signora aveva offerto un bicchier d’acqua ad Alessia. Una volta tornati nel locale anche Livia si sarebbe attardata a bere dell’acqua, col papà che la sollecitava a far presto, in un italiano con inflessione straniera, nel timore di «perdere il treno». (GdM)

Un controllo effettuato dagli agenti della Squadra Mobile della Questura che hanno esaminato le immagini del sistema di videosorveglianza non e’ emersa alcuna traccia ne’ dell’uomo ne’ delle due figlie. (AdnKronos)

CONDIVIDI
  • ginetta

    ma questa signora ora si ricorda?ma…

  • Michele

    Hai perfettamente ragione…anche se è vero poteva dirlo prima…