Il Teatro Mercadante ospiterà domani sera la terza edizione della manifestazione dedicata all’ illustre letterato cerignolano, autore del più famoso vocabolario della lingua italiana, nel 150esimo anniversario della sua nascita. Il Sindaco Giannatempo: “Un evento che è testimonianza della memoria ancora viva delle grandi opere di questo nostro concittadino”.

Anche quest’ anno Cerignola e i suoi autori saranno  protagonisti di una serata a loro dedicata. Dopo il successo dello scorso anno, torna infatti il Premio Letterario “Nicola Zingarelli”, giunto alla sua terza edizione, quella del 2010, 150esimo anniversario della nascita del nostro illustre concittadino.  La manifestazione, che avrà inizio domani, sabato 12, alle 20 (l’ingresso è alle 19.30) al Teatro Mercadante, è organizzato dal Circolo di Cerignola dell’associazione “LiberaMente” in collaborazione con il Comune di Cerignola .-

e la partnership di intenti della rivista multimediale “Essere Benessere” – EBMagazine.it e delle associazioni culturali “Centro Studi Crescere Leggendo”, “OltreBabele”, “Pro Loco” e “Cerignola Centro”.

“Il Premio letterario è un evento che costituisce la testimonianza di una memoria ancora viva delle grandi opere di questo nostro illustre concittadino, che tanto lustro ha dato a Cerignola – afferma il Sindaco Antonio Giannatempo – la manifestazione aiuterà gli scrittori che ne saranno protagonisti a far conoscere i loro lavori. Si tratta di una vetrina importante per loro e per la città, per la quale il Premio che rappresenta un appuntamento di altissimo livello culturale”

Un grosso contributo all’organizzazione della serata è stato fornito da Franco Conte, presidente della Consulta comunale per la Cultura, il quale ricorda “l’impegno di questa Amministrazione Comunale nella diffusione della conoscenza delle opere dei cerignolani illustri, tra i quali spicca la figura di Zingarelli.  Per questo puntiamo a creare un polo museale, all’interno del quale dedicare appositi settori ai personaggi che hanno nobilitato l’immagine della nostra città”. Conte e Gianvito Casarella, presidente della Commissione Cultura, puntano a fare in modo che la prossima edizione del Premio letterario sia organizzata completamente dal Comune di Cerignola. E proprio Casarella ribadisce “la forte volontà di potenziare e allargare la platea del Premio intitolato a Zingarelli, che già di per sé rappresenta un appuntamento diventato un punto fermo nel nostro programma culturale, anche perché avvicina i giovani alla poesia e più in generale alla letteratura: Ed una manifestazione come questa acquisisce un significato ancora maggiore nella ricorrenza del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, un’unità conquistata anche attraverso la lingua.italiana, che Zingarelli ha contribuito in modo determinante a diffondere non solo nel nostro Paese, ma in tutto il mondo”.

I finalisti di quest’anno sono Olga Comerio, di Busto Arsizio (Varese), con “Quando l’io incontra l’amore” (L’Autore Libri Firenze), Rino Malinconico, di Scisciano (Napoli), con “Oratorio per Lidice” (Edizioni Melagrana Onlus) e Emiliano Musetti da Carrara (Massa Carrara) con “Poesie in metro” (&MyBook) per la sezione poesia edita.

Per la poesia inedita, saranno in lizza Bharati Castellani, di Udine, con “Amen”, Emma Marilyn Ciocio, di Milano, con “Occhi d’argento” e Paolo Giovannini, di Roma, con “La collezione di farfalle, mentre per il romanzo edito ci saranno Fabio Brigazzi, di Roma, con “L’imprenditrice del sesso” (Sangel Edizioni), Alfonso Cernelli, di Roma, con “Percezione dell’inverno” (Aletti Editore) e Alfio Landro, di Benevento, con “La Janara” (Edizioni Melagrana). L’iniziativa sarà anche l’occasione per il conferimento del Premio Speciale “Non omnia possumus omnes” a: Ilaria Ferramosca (per l’opera: “Sindromi e altri fatti d’inchiostro”, Edizioni Akkuaria), Graziella Bazzoni (per l’opera: “Ha ragione Vincenzo”, Vince Editore), Angelo Disanto (per l’opera: “Ripalta. La Madonna pellegrina”, Claudio Grenzi Editore), Franco Conte (per l’opera: “Cerignola ed i suoi autori”, Nicorelli Editore) e Antonio Daddario (per l’opera: “I cavalieri e la catena spezzata”, Edizioni Il Castello). Ospite d’onore della serata sarà il giornalista e scrittore Raffaele Nigro, a cui la giuria assegnerà un Premio alla carriera.

Direttore artistico dell’evento, per il secondo anno consecutivo, sarà Luca Galliano, che presenterà la serata con Rosalba Leone e la collaborazione di Amelia Carlucci. Gli intermezzi danzanti saranno curati dalla scuola di ballo “Tersicore”, mentre quelli musicali saranno opera del maestro Sebastiano Cassotta. La manifestazione culturale si aprirà con un breve tributo, ad opera del professor Antonio Galli, presidente della Pro Loco, al letterato e filologo di origini cerignolane cui il concorso si ispira, Nicola Zingarelli,  in occasione appunto del centocinquantenario dalla nascita dello studioso.