Tracce di sangue sono state trovate durante le ricerche delle due gemelle Alessia e Livia Schepp su alcune rocce a Cap Corse. Niente porta ad affermare che si tratti di sangue umano, ma gli inquirenti corsi hanno comunque avviato le indagini biologiche per accertare l’origine del sangue. È questo uno degli ulteriori passaggi nelle ricerche delle due gemelle di sei anni avviate due settimane fa dal procuratore di Marsiglia, che ha ricevuto la denuncia di scomparsa delle bambine da parte della madre Irina Lucidi. (CdT)

Le ricerche sul territorio della Corsica sono sostanzialmente ferme. La polizia locale sta ascoltando alcuni testimoni che asseriscono di aver visto l’Audi di Mattias Schepp il primo febbraio in una zona interna in alta Corsica. Se queste testimonianze saranno confermate come vere, in tutti i casi riportano al tragitto di Schepp che da Propriano ha portato l’uomo a Bastia prima, poi a Macinaggio, passando dalla costa orientale della Corsica. Un tragitto che secondo gli inquirenti era già stato compiuto da Mattias Schepp con sua moglie quando la coppia era ancora felice. E intanto resta irrisolto il mistero della donna bionda e l’incognita del camper.