Il consigliere Franco Metta, presidente del movimento politico “La Cicogna”, affronta questa volta il tema delle lottizzazioni in zona F/3, approvate come indirizzo dal Consiglio Comunale, ma che ancora aspettano il via libera definitivo per la loro esecuzione. Passando in rassegna le quattro lottizzazioni al centro della sua riflessione, l’avvocato si chiede come mai l’unica di esse, a suo dire, che rispetti tutti i parametri sia bloccata al pari delle altre, le quali sempre secondo la sua opinione, hanno invece risvolti “oscuri”. Di seguito riportiamo il documento completo.

Mesi fa’ il Consiglio Comunale adotto’ quattro lottizzazioni, proposte da privati,in altrettante zone F\3 del Piano Regolatore. La prima, partorita dal solito ingegnerone, riguardava la zona compresa tra via Trieste e viale Russia: una vera porcheria! Case camuffate da centro commerciale; vantaggi sociali e civici pari a zero; speculazione edilizia della peggiore specie. Ci battemmo in Consiglio inutilmente: la maggioranza votò compatta,salvo,poi,in sede di osservazioni alla lottizzazione far proprie,a mezzo di un documento sottoscritto dai tre ingegneri del PDL in Consiglio – Di Stefano,Vitullo e Marro, una parte delle nostre giuste critiche. Abbiamo assistito così al singolare spettacolo di tre consiglieri che muovono osservazioni a ciò che hanno entusiasticamente approvato….mah…….. La lottizzazione giace e di ciò non ci doliamo;anzi…….

La seconda, su via Fra’ Daniele: divisa in due corpi di fabbrica. Uno legittimo e conforme alla destinazione urbanistica; l’altro,del tutto improprio e illegittimo. Contro entrambe queste due prime lottizzazioni il nostro Movimento ha avanzato motivate osservazioni. Anche questa seconda lottizzazione giace in un cassetto. Certamente,recenti vicende giudiziarie foggiane,per molti versi riconducibili alle evidenziate criticità di queste due lottizzazioni, hanno suggerito prudenza e cautela. La sana abitudine della Procura foggiana e della Guardia di Finanza di mettere sotto sequestro appartamenti realizzati in violazione delle norme urbanistiche, ha suggerito ai soliti noti di muoversi con passo felpato. Anzi: hanno suggerito di non muoversi proprio,perché il puntuto becco della Cicogna non promette tregua né distrazioni.

La terza,piuttosto modesta quanto ad estensione,anche essa da rivedere e correggere, non si sa che fine abbia fatto. Una quarta lottizzazione fu,invece, approvata all’unanimità: condivisa anche da noi; anzi,citata,proprio da chi scrive,come esempio di lottizzazione pienamente ammissibile in zona F\3 e,quindi, indicata come modello da imitare. Rispetto a questa quarta lottizzazione(quella proposta dai signori Marinaro,su via Candela)non vi sono stati rilievi in Consiglio,né critiche nei termini concessi a consiglieri e privati per avanzare le proprie osservazioni. La pratica edilizia è,dunque, perfettamente pronta per la definitiva approvazione! Non si comprende come mai questa ultima lottizzazione,ineccepibile e condivisa alla unanimità,rispetto alla quale nessuno ha avanzato osservazioni, non sia stata ancora portata in Consiglio Comunale per la ovvia approvazione. Propedeutica all’inizio effettivo dei lavori da parte dei privati. NON BISOGNA FARE ASSOLUTAMENTE NULLA. UNICAMENTE RIPROPORRE TALE E QUALE GLI STESSI ATTI PER LA APPROVAZIONE DEFINITIVA. CINQUE MINUTI DEL PREZIOSO TEMPO DEI NOSTRI AMMINISTRATORI E DEI NOSTRI TECNICI COMUNALI SAREBBERO PIU’ CHE SUFFICIENTI. IN DUE MINUTI L’ARGOMENTO SAREBBE APPROVATO IN CONSIGLIO. INVECE………..NULLA……. A chiacchiere dicono tutti – quelli di maggioranza – di voler incentivare la attività edilizia. Abbiamo questa occasione,praticamente pronta; ed invece si aspetta. Si traccheggia,si rinvia. Come mai? Chi mette i bastoni tra le ruote? Chi,magari tra coloro che delle altre lottizzazioni ha assunto il padrinato, ha interesse a tenere bloccate indifferentemente tutte queste iniziative ? Chi vuole usare l’unica lottizzazione approvabile come foglia di fico sotto cui nascondere le magagne delle altre tre? Domande senza risposta ? O domande retoriche,la cui risposta è ovvia e scontata? Quel che è certo è che nulla osta a ché il Consiglio Comunale esamini e approvi già nella prossima riunione la lottizzazione di via Candela. Il nostro capogruppo dottor Ratclif chiederà in conferenza dei capigruppo che la approvazione definitiva di questa lottizzazione sia iscritta come primo accapo nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale.                                                                               

Cerignola,18 febbraio 2011.

Franco Metta

Consigliere Comunale

Movimento Politico La Cicogna

CONDIVIDI