Per chi ha seguito la squadra in trasferta ad Andria, è bastato osservare la faccia di Mr Russo a fine gara per capire l’aria che si respirava nello spogliatoio udassino dopo la cocente sconfitta per mano della formazione di casa. 3 set a 2 (23-25; 26-28; 25-23; 25-23;17-15) in 2 ore e mezza di partita, ma sprecate tante occasioni per tornare a Cerignola con 3 punti in classifica che avrebbero permesso di iniziare il girone salvezza con ottimismo, ed invece ora bisognerà fare i conti con i problemi che la partita ha evidenziato. La squadra ha evidenziato una preparazione fisica e mentale ai limiti dell’imbarazzante, colpa probabilmente dei pochi allenamenti che si sono riusciti a fare, causa le varie motivazioni dei big della squadra, che hanno rovinato i programmi d’allenamento dell’allenatore, deluso dalla mancata vittoria contro la giovanissima compagine andriese, rea di aver perso due partite su due nella regular season! Primi due set combattuti, ma vinti per demerito e inesperienza dei padroni di casa, che sbagliavano anche azioni semplici nei momenti clou del parziale. Poi il ritorno dei giovani nord baresi, i quali hanno respinto punto su punto la formazione cerignolana portando la contesa al quinto e decisivo set. A tratti imbarazzante la gestione della gara, errori nelle fasi calde dei set e idee confuse in campo, forse l’unico alibi è quello di non aver avuto la panchina lunga, infatti l’unica riserva, scesa pure in campo, è stata lo schiacciatore Francesco Losurdo, contratto nei pochi ingressi effettuati. Udassini in vantaggio per 14 a 12, due match point sbagliati e formazione andriese che alla prima possibilità a disposizione ha chiuso i conti a proprio favore. Amarezza e sconforto a fine gara, mentre il folto pubblico di casa esultava per l’impresa, meritata e tenace dei ragazzi beniamini di casa. La nuova classifica del girone play out del campionato di serie D maschile di pallavolo è cosi composta: Casarano 3 pt, Andria 2 pt, UDAS CERIGNOLA 1 pt, Sava e Castellana Grotte 0 pt. La formazione cerignolana è chiamata al riscatto già nella prossima partita, in casa contro il Castellana Grotte, sabato 26 febbraio alle 18,30 presso il Palazzetto “NANDO DI LEO”; servono i 3 pt per cercare una salvezza a portata di mano.

CONDIVIDI