C’è anche il Comune di Cerignola tra i soggetti beneficiari dei finanziamenti stanziati dal Ministero per l’Ambiente nell’ambito del Bando “Bike sharing e Fonti Rinnovabili”. Il Comune di Cerignola, che figura al 37esimo posto della graduatoria, usufruirà di un contributo di 252.167 euro per realizzare il piano; i restanti 107.612 euro li sborserà l’Amministrazione. L’obiettivo è ridurre le emissioni che alterano il clima, attraverso la realizzazione di progetti di bike sharing associati a sistemi di alimentazione mediante energie rinnovabili, in particolare pensiline fotovoltaiche. Le opere di urbanizzazione primaria, che avranno un costo di 171mila euro, consisteranno nella creazione di una pista ciclabile delle sistemazioni esterne, di un impianto fotovoltaico e della pubblica illuminazione, mentre le postazioni per il bike sharing e il sistema di gestione costeranno 86mila euro. “Da sottolineare – dice l’Assessore ai Lavori Pubblici Savino Santoro- è il fatto che daremo vita a una sorta di anello, un circuito sia per i ciclisti che per i podisti, partirà dal velodromo, costeggerà il bowling e costituirà una sorta di completamento della la bretella tra via San Marco e via Tiro a Segno. In questo tratto verrà potenziata la pubblica illuminazione”. Questi interventi, che verranno realizzati dalla “ECO-logica Srl” di Bari e fanno parte del Piano Triennale delle opere pubbliche 2011-2013, rispondono al bisogno di un miglioramento della mobilità nel contesto urbano di Cerignola, più volte rimarcato dall’Amministrazione Comunale. Il bike sharing, infatti, negli ultimi anni ha assunto un ruolo centrale nella promozione dell’uso della bicicletta, educando i cittadini a ridurre quello dell’automobile, contribuendo in tal mondo a rendere più vivibili le città.  

CONDIVIDI