Si sarebbe suicidato Matteo Bersichella, il 46enne pizzaiolo di Cerignola (Foggia), il cui corpo senza vita e’ stato trovato a Napoli. E’ l’ipotesi privilegiata dai carabinieri che nelle tasche del suo giubbotto hanno trovato diversi biglietti di scuse. Erano indirizzati alla moglie, ai figli e ad un fornitore al quale doveva dei soldi. Il giorno della scomparsa Bersichella aveva lasciato un altro biglietto con la scritta: ‘Vado via perche’ mi vogliono ammazzare’. (ansa.it)

Secondo alcune indiscrezioni l’uomo avrebbe accumulato debiti giocando alle macchinette. Il giorno della scomparsa nella sua abitazione la moglie aveva trovato un biglietto su cui vi era scritto: «Devo andarmene, altrimenti qui mi ammazzano». Nelle prossime ore sarà effettuata l’autopsia per chiarire le cause del decesso dell’uomo anche se quella del suicidio appare come la più probabile: sul corpo dell’uomo, infatti, non sono state rinvenute tracce violenza.