Dopo una settimana non facile, tra le polemiche accese dell’amara sconfitta contro l’Andria e duri allenamenti pre-gara, la formazione guidata da Tonino Russo, ha vinto per 3 set a 1 schiantando sul parquet amico la quotatissima Materdomini Castellana Grotte, la quale dopo aver perso il primo parziale 25 a 19 ha poi pareggiato i conti con la forza dei nervi per 34 a 32. Nel terzo set, seppur qualche acciacco fisico a Caputo e Panarelli, la squadra reagiva e metteva a terra palla dopo palla fino a conquistare il terzo set per 25 a 18 e in scioltezza vincere il quarto e decisivo set in modo netto e trasparente per 25 a 13. Un po’ di nervosismo durante il secondo parziale,altrimenti tutto sarebbe stato perfetto. Impeccabile e sugli scudi il libero Alessandro Amato, a “furor di popolo” il migliore in campo. Buona l’affluenza di pubblico al Palazzetto “Nando Di Leo”; purtroppo però il tifo cerignolano non potrà accompagnare i propri beniamini domenica prossima a Casarano perché la gara sarà svolta a porte chiuse per una squalifica combinata ai danni della formazione salentina che guida la speciale classifica play out con 6 punti, segue l’ASD CERIGNOLA con 4, l’Andria con 2, Castellana Grotte e Sava ancora a secco ma con una partita in meno. La salvezza è un obiettivo davvero a portata di mano, ora tutto l’ambiente bianco-azzurro ci crede e l’entusiasmo intorno alla squadra è molto positivo e intenso,insomma la primavera udassina è alle porte!