In attesa del responso dalla Garmin sul contenuto della memoria gps ritrovata lungo i binari, proseguono le ricerche di Alessia e Livia Schepp, le due gemelline rapite il 31 gennaio dal padre Mathias che, dopo essersene liberato, si è suicidato sotto un treno a Cerignola. In queste ore sta prendendo sempre maggior sostanza quanto già affermato dal procuratore di Losanna, Pascal Gilleron, secondo cui è probabile che le due gemelle non abbiano lasciato la Svizzera. Attorno alla villa di Schepp, e in un’altra località poco lontano, squadre di cinofili della Police National e della gendarmerie stanno effettuando nuove e più accurate ricerche.