“Quella del 17 marzo non può essere una vuota ricorrenza, ma al contrario deve servire a riscoprire e valorizzare il senso dell’unità nazionale, di appartenenza alla nostra amata Italia, il significato dello stare insieme riuniti sotto un’unica bandiera”. E’ l’auspicio del Sindaco, Antonio Giannatempo, e anche un invito rivolto a tutti i cittadini di Cerignola, nell’imminenza dei festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell’Unità d’ Italia. Un appuntamento che l’Amministrazione Comunale vuole celebrare festosamente, con una serie di manifestazioni di vario genere, in programma giovedì 17 e venerdì 18 marzo. “Pensiamo che anche in questo modo – aggiunge il primo cittadino – ci si possa sentire più italiani, aiutando la nostra comunità a dare un nuovo e più forte significato al concetto di patria, troppo spesso trascurato se non proprio snobbato o addirittura vilipeso”.
Si comincerà giovedì 17, come detto, alle 9.30, con il giro per la città del Concerto bandistico “Città di Cerignola” e degli Sbandieratori del Borgo Antico. Mezz’ora più tardi, prenderà il via da Piazza Giuseppe Tortora un corteo con la partecipazione di studenti, forze dell’ordine, autorità e cittadini. Verranno deposte corone d’alloro alla lapide che ricorda le gesta di Giuseppe Tortora e a quella di Giuseppe Garibaldi nella villa comunale. “Abbiamo scelto questo punto della città – afferma Franco Conte, presidente della Consulta comunale per la Cultura – per ricordare degnamente l’opera di Giuseppe Tortora, il patriota originario di Cerignola. Proprio nella piazza a lui intitolata, infatti, ai piedi del castello Ducale e alle porte del Borgo Antico, avvennero i moti liberali. Anche Cerignola, insomma, offrì un contributo importante alle lotte per l’ indipendenza e l’ unità d’Italia.
Questo va sottolineato, in quanto, quando si parla dei moti risorgimentali e dei Mille, ci si riferisce quasi esclusivamente a piemontesi, siciliani o napoletani”.
Alle 12 ci sarà in viale Carlo Alberto Dalla Chiesa la benedizione e l’intitolazione del parco Unità d’Italia. Seguirà una esibizione del Corpo di ballo “Tersicore”, di “Angel Chorus” e “Righi Musicali”, diretti dal maestro Raffaella Cardinale.
Alle 19, nella Villa Comunale, l’esibizione della Grande Orchestra di fiati Città di Conversano, diretta dal maestro Angelo Schirinzi, che poi sfilerà per la città in alta uniforme imperiale; alle 20.30 la stessa orchestra si esibirà in un “Concerto del Risorgimento” al Teatro Mercadante. Venerdì 18 marzo, invece, alle 19, presso la Sala Consiliare del Palazzo di Città, si terrà una conferenza sul tema “L’Italia Unita e il federalismo”, a cui prenderanno parte il senatore Nicola Latorre, vicepresidente del gruppo del Partito Democratico al Senato, e l’onorevole Nunzia De Girolamo del Pdl. A moderare l’incontro sarà il giornalista Natale Labia. L’incontro sarà allietato da un’esibizione del corso della Scuola Elementare “Marconi” di Cerignola.

 

2 COMMENTI

  1. facciamo festa tutti insieme senza bandiere di partito, ma con una unica bandiera TRICOLORE e ricordiamoci che il 17 marzo del 1961 fu proclamata l’UNITA’ d’ITALIA

Comments are closed.