L’Audace Cerignola, dopo quattro giornate, ritrova il sapore dei tre punti violando il Comunale di Copertino per 2-1. Una vittoria maturata anche grazie al benevolo e molto ben accetto aiuto di Eolo, che ha accompagnato la traiettoria del traversone di Lasalandra, altro grande protagonista di oggi, spingendolo fino in fondo al sacco. Un vento fastidioso e forte ha condizionato l’intera gara: alla fine è stata premiata la squadra gialloblu, capace di soffrire fino all’ultimo e questa volta senza gettare al vento (consentite il gioco di parole) il vantaggio. Nella formazione iniziale, Di Corato (ultima giornata di squalifica per lui) sceglie Matera sulla fascia di difesa destra, affiancando Trovato a R.Lasalandra; Giuseppe Grieco ritorna al suo ruolo abituale in coppia con Conte, con Zonno e Pugliese laterali a supporto di Giacco e Gigi Lasalandra. Al 3’ minuto partita immediatamente sbloccata dal Cerignola: il capitano Lasalandra riceve da Zonno, batte al volo una fiondata che infila imparabilmente il portiere avversario Baglivo, aggiornando così la lista delle sue personali prodezze. Il Copertino reagisce da par suo, mancando il pari due minuti più tardi con Frisenda, il quale si impappina davanti a Leuci. Grande pressione dei rossoverdi, gli ofantini arretrano il baricentro difendendosi con ordine, ma concedono inevitabilmente qualcosa. Leuci compie un prodigio su Angelo De Benedictis, servito con un preciso cross; al 28’ il bomber di casa si riscatta, esibendosi in un saggio di grande tecnica: spalle alla porta, riceve palla e si gira saltando un avversario, davanti al portiere gialloblu con molta freddezza deposita in rete. Chiusura di tempo con un leggero affanno, ma il parziale resta fermo sulla parità. Nella seconda frazione l’Audace gioca col vento a favore, sfruttando al 64’ il sostenuto soffio dello scirocco ancora con Gigi Lasalandra. Decentrato sulla fascia, in zona corner, il suo tiro cross diventa una parabola beffarda che inganna, beffandolo, Baglivo. I salentini fanno di tutto per evitare la quinta sconfitta in sei partite: il match offre più agonismo e leggero nervosismo, si contano numerosi falli ma gli assalti locali vengono respinti, portando a casa un successo importante che mantiene invariato il distacco dal Martina, quest’ultimo vittorioso senza particolari problemi col San Paolo. Il duello prosegue, la classifica vede i biancazzurri a 63 punti, Audace a 61: domenica prossima altra puntata da seguire, con le “cicogne” impegnate nella seconda trasferta consecutiva a Maruggio. La matricola tarantina penultima della classe pare ormai spacciata, ma nel turno odierno ha fatto soffrire e non poco il Bisceglie, riuscito a prevalere per 3-2 in seguito alla doppia rimonta ospite. Sette giorni fa una ottima prestazione, a Copertino il ritorno alla vittoria: la truppa di Di Corato non molla la presa, convinta com’è di potersela ancora giocare e scrivere un finale diverso da quello attuale per questo torneo.

1 COMMENTO

  1. grandi. ma purtroppo il Martina è davanti e vincerà sicuramente.
    per noi soliti plaiof

Comments are closed.